CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Elezioni rsu in Ast, la Fim canta vittoria: tutti gli eletti e i numeri

Economia ed Imprese Terni

Elezioni rsu in Ast, la Fim canta vittoria: tutti gli eletti e i numeri

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Nella notte, con la mannaia della conferma da parte del grande capo Tk, Hiesinger, del progetto di vendita dell’Ast, la storica fabbrica di viale Brin si è data democraticamente le proprie rappresentanze di stabilimento.

Aventi diritto e votanti I verbali di voto a consuntivo parlano di 1654 operai votanti, 462 impiegati e 95 quadri, per un totale di 2211 votanti. Gli aventi diritto erano 1717 operai, 513 impiegati e 133 quadri per un totale di 2343 aventi diritto.

Le liste, risultati Complessivamente, nei tre collegi, la Fim ha ottenuto 837 voti e 11 delegati, la Fiom 534 e 6 delegati, la Uilm 409 e 5 delegati, la Fismic 245 e 3 delegati, l’Ugl 94 e l’Usb 66 con 1 delegato ciascuno. Ha votato il 94,6% degli aventi diritto.

I risultati, gli eletti nei collegi La tre giorni di voto per  rinnovo delle rsu di Ast – nella notte tra giovedì e venerdì lo spoglio – ha determinato questi risultati, ancora ufficiosi: nel collegio impiegati 205 voti per la Fim (eletti Abbati e Giardinieri con 59 preferenze entrambi), 95 per la Fiom (eletto Liurni con 42 voti), 69 per la Uilm (eletto Pelini con 51 voti), 68 per la Fismic (eletto Rocci con 41 voti), 9 voti sia per Ugl che Usb che non eleggono delegati in questo collegio.

Nel collegio quadri 44 voti alla Fim che eleggono Mulas e Felici (hanno avuto ambedue 2 preferenze, ma solo uno è il seggio disponibile), 33 alla Uilm, 9 alla Fiom e 7 alla Fismic.

Nel collegio operai, la Fim conquista 7 delegati con 588 voti complessivi (eletti Sassone, Petrelli, D’Ignazi, Cordiani, Petralla, Sopranzi, Madrid), la Fiom 5 con 430 voti (eletti Garzuglia, Catini, Di Fabio, Tonelli, Cameli), la Uilm 4 con 307 voti (eletti Blasi, Sabatini, Bianchini, Piermarini), la Fismic 2 con 170 voti (eletti Bruni, Leopoldi), l’Ugl 1 con 85 voti (eletto Fioretti) e l’Usb 1 con 57 voti (eletto Palermi). In queste ore, nel collegio operai sta ballando l’attribuzione di un ulteriore seggio con il quoziente resti tra Fim (Sciosci) e Fiom (Cricco). Da quanto risulta, il seggio ballerino viene conquistato dalla Fim che quindi ha 8 delegati operai.

I commenti delle sigle sindacali 

La Fim canta vittoria La Cisl è la prima organizzazione a commentare ufficialmente il voto rsu in Ast. Ed è un commento praticamente trionfale: “La Cisl Umbria esprime grande soddisfazione per il risultato ottenuto dalla Fim Cisl nel rinnovo della Rsu ThyssenKrupp Acciai Speciali Terni: la Fim infatti si conferma primo sindacato ottenendo 836 preferenze. La scelta condivisa di proseguire nell’inserimento in Segreteria di giovani da affiancare a uomini di esperienza, integrando i quadri intermedi di Ast con candidati nuovi – afferma Riccardo Marcelli, segretario regionale della Cisl – ha sortito il risultato sperato nell’ambito di una consultazione che ancora una volta ha visto un’affluenza notevole , 94 %, in controtendenza rispetto a quanto propone la politica. La Fim ha ottenuto un risultato incredibile, considerando che per la prima volta si votava senza la distinzione delle Società controllate, Aspasiel, Sdf e Tubificio, divenute dopo l’accordo del Mise 2014 Divisioni. Ancora una volta la Fim esprime la rappresentanza in tutti e tre i collegi: 1 quadro, 2 impiegati e 7 operai, a testimonianza della bontà del lavoro fin qui svolto e della fiducia accordata dai lavoratori. Come Cisl facciamo i complimenti alla squadra della Fim e soprattutto al gioco di squadra che ancora una volta ha visto protagonisti i rappresentanti dei metalmeccanici che anche nel corso di questi ultimi anni si sono sempre contraddistinti per coerenza, capacità, assunzione di responsabilità, mettendoci la faccia e cercando di collocare sempre al centro dell’attenzione la tutela e la rappresentanza di tutti i lavoratori. Come al solito il lavoro vero comincerà già da domani: le sfide che nelle prossime settimane il sindacato sarà chiamato ad affrontare saranno decisive per mantenere a Terni un profilo manufatturiero all’avanguardia e competitivo. Sarebbe opportuno che in questo contesto storico gli attori che hanno a cuore le sorti di una comunità facciano fronte comune per la salvaguardia e il potenziamento della fabbrica, nella consapevolezza che con un bilancio in positivo Ast non è più un’emorragia per ThyssenKrupp e che di conseguenza separarsene non dovrebbe essere una priorità a breve”.

Fismic Dice la sua anche la segreteria provinciale della Fismic: “Anche questa tornata elettorale per il rinnovo della rsu di Acciai Speciali Terni è terminata, il dato importante è stata l’alta partecipazione al voto, il 90 % degli aventi diritto si sono recati ai seggi per esprimere la propria preferenza. Il fenomeno dell’allontanamento alle urne, così come avviene in moltissime fasi elettorali che coinvolgono il nostro paese, non colpisce i posti di lavoro ed il Sindacato.
Dove i lavoratori capiscono l’importanza di avere uno strumento di rappresentanza che possa rappresentare al meglio i loro interessi, si recano alle urne e votano. Sentiamo l’obbligo di ringraziare gli iscritti ed i simpatizzanti della Fismic che hanno partecipato, dandoci la loro preferenza.
Il loro contributo ci ha consentito di raggiungere un risultato significativo, sarà per noi lo stimolo per continuare in quel quotidiano impegno di rappresentanza collettiva e di tutela individuale che in questi anni ci ha visto protagonisti. La responsabilità nei confronti di tutti coloro che con il loro voto ci hanno dato fiducia e mandato di rappresentanza ci esorta ad essere ancor più incisivi nella nostra azione sindacale. Il nostro primo, sentito e riconoscente ringraziamento va alle Rsu uscenti, perché è proprio il loro lavoro in questi tre anni di mandato che ci ha permesso di ottenere un risultato positivo in queste elezioni, impegno che ha consentito di aggregare consensi attorno alle liste della Fismic. Un altrettanto caloroso ringraziamento va a coloro che hanno accettato di candidarsi nelle nostre liste, mettendosi in discussione tra i lavoratori, dando una testimonianza di impegno in prima persona, apportando così consensi alla nostra organizzazione sindacale.
Al risultato ha contribuito sicuramente, anche la qualità dei canditati presenti all’interno della lista. E’ doveroso per noi ringraziare tutte le lavoratrici ed i lavoratori che hanno dato la loro fiducia alla Fismic ed ai nostri canditati che hanno dato il massimo per raggiungere questo obiettivo. Desidero infine ringraziare gli scrutatori, e il componente della commissione elettorale per l’enorme impegno che li ha coinvolti nell’organizzazione di queste elezioni Rsu. Il loro contributo è stato certamente determinante nel risultato finale”.

USB L’Usb Acciai Speciali Terni e tutta la Federazione provinciale, salutano con estrema gioia ed orgoglio l’ingresso di un proprio giovane militante all’interno della nuova Rsu di Ast Terni. Non è stato semplice ed il risultato non era scontato. Ci siamo misurati con la grande macchina organizzativa dei confederali che ha permesso di raggiungere un livello di partecipazione altissimo e con obiettive difficoltà e limitazioni legate all’assenza di qualsiasi tipo di agibilità sindacale che abbiamo dovuto subire. L’elemento di novità rappresentato dalla nostra lista e l’intenso lavoro svolto dai militanti si sono dovuti confrontare con l’insicurezza circa il futuro dello stabilimento e con l’insensatezza delle critiche strumentali che hanno riguardato la nostra organizzazione. Questi elementi di disturbo però, non hanno colto nel segno di fronte all’evidenza di un bisogno più grande espresso dal risultato della consultazione e cioè quello della ricostruzione. Non sarà sicuramente un lavoro semplice, ma i lavoratori hanno oggi di fronte un’alternativa concreta di cambiamento dello stato di cose presenti. Vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno inteso dare fiducia al nostro progetto, a partire da coloro che si sono messi in gioco, accettando la candidatura. Da subito torneremo, pancia a terra, a lavorare per raggiungere l’obiettivo di una forte rappresentatività, di un forte radicamento dell’USB nella fabbrica, per consegnare l’organizzazione ai lavoratori, come loro patrimonio, e dare così speranza ai loro bisogni, primi fra tutti la piena occupazione e la sicurezza nel posto di lavoro”.

Fiom Nella serata di venerdì, arriva la nota a commento anche della Fiom Cgil di Terni: “Si è conclusa la tornata elettorale per il rinnovo della rappresentanza sindacale unitaria in TK-AST nella quale è doveroso evidenziare l’alta percentuale di affluenza al voto che mediamente, nei diversi collegi, è stata del 94%. Dato questo che testimonia il valore della partecipazione per l’elezione diretta dei propri rappresentanti nei luoghi di lavoro. Come Fiom di Terni ci sentiamo in dovere di ringraziare tutti i lavoratori che hanno espresso consenso alla lista della nostra organizzazione, come allo stesso tempo ringraziamo tutte le compagne ed i compagni che hanno deciso di impegnarsi in questa difficile e complicata tornata elettorale. I voti riconosciuti alla Fiom, oltre a confermarci secondo sindacato nel gruppo, ci consegnano una rappresentanza qualificata ed importante nell’intero sito siderurgico. Lo stesso voto ci induce a riflettere sugli indispensabili collegamenti tra eletti ed elettori per interpretare le criticità emerse anche all’esito del voto stesso. Rispettando il voto espresso democraticamente dai lavoratori, nel corso dello spoglio, abbiamo registrato delle procedure confusionarie nella verifica delle schede e dei votanti, sulle quali nei giorni prossimi ci riserveremo di fare gli approfondimenti dovuti, per certificare il voto e la conseguente attribuzione dei seggi. In maniera responsabile, come Fiom, nel rispetto del mandato ricevuto dai lavoratori, ci metteremo subito al lavoro con la nostra rappresentanza eletta per intervenire con determinazione sulle decisioni relative agli assetti societari e produttivi e conseguentemente alle esigenze e bisogni dei lavoratori”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere