CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Elezioni rsu Ast, l’Ugl schiera ‘lo straniero’ fra i candidati: appello al voto

Economia ed Imprese Cronaca e Attualità Terni

Elezioni rsu Ast, l’Ugl schiera ‘lo straniero’ fra i candidati: appello al voto

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Meno tre giorni ad una attesa “partita” d’acciaio. Ovvero, la consultazione elettorale, all’interno di Ast, per il rinnovo delle rsu di gruppo.

Molte organizzazioni sindacali si sono già sbilanciate e presentate, con le proprie “squadre” di candidati e i propri programmi “di gioco”. Conferenze stampa, comunicati, frecciate, raccolte firme.

L’Ugl e lo “straniero” In “zona Cesarini”, scende in campo ufficialmente e pubblicamente la Ugl metalmeccanici. E schiera “lo straniero”. Trattasi del tecnico tedesco Frank Rakus, da molti anni a Terni e arrivato in fabbrica niente di meno che ai tempi dell’amministratore delegato Espenhahn. Rakus è candidato nel collegio degli impiegati e annovera una consolidata esperienza nello stabilimento di viale Brin.

Dialogo alla pari A dettare la linea per la sfida del 21, 22 e 23 novembre prossimi è il segretario dei metalmeccanici ugiellini di Terni, Daniele Francescangeli: “Per la Ugl è un momento di grandissima importanza nel territorio, soprattutto per gli equilibri delle trattative ancora da definire. È di vitale importanza consolidare ed accrescere le nostre Rsu di stabilimento, al fine di proseguire il cammino già intrapreso, chiedendo un confronto serio e trasparente basato sul reale dialogo alla pari, esigendo prerogative certe sul fronte della sicurezza, ambiente e salute”.

L'ingresso della fabbrica

L’ingresso della fabbrica

Consulenti Continua Francescangeli: “Si fa inoltre notare ai meno attenti che i diritti dei lavoratori e la salvaguardia dei livelli occupazionali per la Ugl non sono stati mai degli slogan. Appena si insedieranno le nuove Rsu, uno dei punti principali della loro attività sarà monitorare l’atteggiamento aziendale nei confronti di impiegati e preposti ai quali vengono attribuite responsabilità civili e penali connesse allo svolgimento di mansioni – come ad esempio i diversi consulenti che non hanno ben chiaro il loro ruolo – che a nostro parere necessiterebbero di una discussione corretta e costruttiva con le parti sindacali”.

Bilanci, redistribuzione, innovazione e investimenti Inoltre, aggiunge il segretario “serve puntare su un confronto concreto, soprattutto quando si entra nel merito dei bilanci e dello stato di salute dell’azienda, laddove la Ugl ha fornito sempre un contributo, sia nelle proposte che nelle alternative finali. Oggi Ast deve dimostrare la vera volontà nella redistribuzione dei premi, incentivando tutti i lavoratori come accade nelle imprese di questa importanza. Fra i punti essenziali, bisogna puntare su innovazione e diversificazione delle produzioni, ampliando la ricerca e sviluppo con investimenti reali e non da propaganda”.

Appello finale “Per questi motivi- chiede Francescangeli – da sempre forte delle proprie idee, l’Ugl intende lanciare un appello. Rivolgendo il consenso a questa organizzazione sindacale, si dà un voto a persone che – ininterrottamente – hanno ricoperto un ruolo di vitale importanza all’interno delle acciaierie di Terni. Sui temi della legalità e trasparenza, la Ugl di Terni si è sempre schierata in prima linea per fare ed ottenere chiarezza. Pilastro del sindacato é stato e rimane tutt’ora l’espressione delle proprie idee, tutelando i diritti e doveri del lavoratore. La Ugl auspica che i lavoratori del gruppo Ast sappiano riconoscere quanto di buono é stato svolto fino ad ora e ringrazia tutti i candidati e tutti gli attivisti che presiederanno i seggi, ma in particolare chi darà il suo preziosissimo voto”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo