CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Elezioni regionali, nel Pd si chiude la lista dopo uno scontro furibondo tra le correnti: lasciata fuori Carla Casciari

EVIDENZA Perugia Terni Politica Extra

Elezioni regionali, nel Pd si chiude la lista dopo uno scontro furibondo tra le correnti: lasciata fuori Carla Casciari

Pinocchio
Condividi

La riunione del Coordinamento Pd

PERUGIA – Il telefono del commissario regionale Walter Verini squilla e squilla molto e la lista Pd dei candidati al consiglio regionale, non si chiude. Tutti fermi: dalla Capitale chiama il deputato Francesco Verdicci a nome dei Giovani Turchi e manda a dire che il loro nome è quello di Carla Casciari. Squilla ancora il telefono e dall’altra parte del filo è il responsabile nazionale Enti locali Stefano Vaccari che dice: eh no il candidato dei Giovani Turchi è il vice sindaco di Città di Castello Michele Bettarelli. Altra chiamata questa volta è Matteo Orfini: niente da fare il nostro nome è quello di Casciari e non Bettarelli. Morale? Verini prende nota e poi a tarda sera chiude la lista sbattendo fuori Carla Casciari perché considerata troppo vicina all’ex presidente della Regione Catiuscia Marini e per aver Gianpiero Bocci alle ultime primarie per la scelta del segretario regionale. E cosi si oscilla tra l’ironico e il grottesco tanto che da Norcia l’insegnante premiata dal presidente Mattarella Rossella Tonti prende carta e penna e manda all’Ansa il seguente pensiero: nessuno mi ha chiesto nulla e io non mi candido a nulla. Come a dire: il Pd non mi tiri in mezzo. Altro rifiuto dopo quelli a raffica avuto negli scorsi giorni per la scelta del candidato alla presidenza della Regione prima di arrivare a Vincenzo Bianconi.

Agitazione Acque agitate, giovedì pomeriggio, nella piccola sede regionale di via Bonazzi a Perugia dove mercoledì pomeriggio alla spicciolata sono stati convocati da Verini i candidati in pectore e pochi altri. Riunione per pochi intimi ormai. E allora contenti Giacomo Leonelli, l’ex senatrice Valeria Cardinali, Fabio Paparelli, Marco Guasticchi e Donatella Porzi che ci saranno. Alla fine, nonostante le pressioni in senso contrario, ci saranno anche Sauro Cristofani e Tommaso Bori. Contento e con il gel in testa e occhiali da sole, nonostante il tempo nuvoloso, anche Andrea Vannini da Todi: poi qualche rimaneggiamento tattico come a Terni in cui al posto del segretario provinciale Paolo Silveri c’è l’operaio dell’Alcantara Luca Ferrotti o come a Foligno dove l’ex sindaco Nando Mismetti fiutata l’aria poco rassicurante ha mandato avanti il suo vice sindaco dei bei tempi Rita Barbetti. E poi dal Trasimeno arriva a passo di carica la simpatica Simona Meloni, da Orvieto la consigliera comunale Marta Mescolini e da Marsciano l’ex sindaco Alfio Todini. Per il resto siamo a nomi sconosciuti alle cronache altiche come il professor Luca Gammaitoni da Gualdo Tadino l’assessore Silvia Liberti da Narni e la consigliera comunale Carla Erbaioli da Spoleto. Entra in lista anche la moglie del regista da poco scomparso Alberto Sironi, Lucia Fiumi. “Una lista per facilitare tre o quattro persone ma il problema resta la capacità di prendere voti che non mi sembra ci sia”, come sottolinea acido un consigliere regionale uscente ormai fuori dalla mischia.

Nodo E allora non resta che accapigliassi su alcuni spazi: vedi Perugia dove si preannuncia una guerra all’arma bianca. Alla fine nella tarda serata di mercoledì cala il sipario. E di sicuro non ci saranno applausi.

Questa la lista dei candidati Pd in consiglio regionale

Luca Gammaitoni
Valeria Cardinali
Fabio Paparelli
Donatella Porzi
Rita Barbetti
Michele Bettarelli
Tommaso Bori
Sauro Cristofani
Carla Erbaioli
Luca Ferrotti
Lucia Fiumi
Marco Vinicio Guasticchi
Giacomo Leonelli
Maria Elisabetta Mascio
Simona Meloni
Martina Mescolini
Massimo Sisani
Silvia Tiberti
Alfio Todini
Andrea Vannini

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere