CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Elezioni regionali, l’assessore ai dipendenti comunali: “Vota per lei”

EVIDENZA Terni Politica Extra

Elezioni regionali, l’assessore ai dipendenti comunali: “Vota per lei”

Redazione politica
Condividi

Orlando Masselli

TERNI – Colpi bassi come se piovessero nella campagna elettorale più avvelenata di sempre. Nuovo caso di ‘richiesta di voti’ in contesti dove non si potrebbe. Ancora una volta, il caso esplode in Fratelli d’Italia, che già era finita addirittura in Parlamento dopo la vicenda relativa alla candidata che ha chiesto voti ad una chat di famiglie di malati di cancro. La vicenda è portata alla luce da Il Fatto Quotidiano.

Succede che Orlando Masselli, neo assessore comunale al bilancio, stia mandando messaggi facebook ai dipendenti della ragioneria comunale: “Ciao (segue nome del dipendente ndr). Facci sapere come possiamo aiutarti”. E la richiesta esplicita  a sostenere Eleonora Pace, già coordinatrice provinciale del partito.

Una richiesta diretta dell’assessore a chi lavora con lui ogni giorno e molti dipendenti sono rimasti esterrefatti.

Interviene il Pd. Sulla vicenda, interviene il gruppo consiliare del Pd: “Il Fatto Quotidiano di oggi riporta questa notizia nell’edizione nazionale domenicale. Apprendiamo che il nuovo assessore al Bilancio Orlando Masselli, avrebbe inviato un messaggio in una chat, chiedendo di far presenti eventuali necessità lavorative, in cambio di voti per la candidata Eleonora Pace, narnese coordinatrice provinciale di Fratelli d’Italia, come avvenuto nel “caso Pagliochini”. Il messaggio, sembrerebbe diretto ad alcuni dipendenti del Comune di Terni, afferenti la direzione con cui interagisce giornalmente l’assessore. Chiederemo al Sindaco se questo comportamento risponde alle prescrizioni sul regolamento afferenti il personale comunale, se soprattutto è accettabile dal punto di vista del primo cittadino e rispondente alle linee di mandato e soprattutto a questo se rispetta i carichi di lavoro appena annunciati. Saremo d’ora in poi ancora più vigili nei confronti di atteggiamenti a dir poco impropri per chi deve rappresentare la città

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo