lunedì 27 Settembre 2021 - 09:31
15.3 C
Rome

Elezioni amministrative, centrodestra unito ai ballottaggio: tensioni sul rimpasto

i segretari regionali di Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia hanno incontrato la presidente della Regione Umbria Tesei

PERUGIA – Oggi divisi ma domani uniti. Divisi oggi in campagna elettorale in comuni importanti come Città di Castello e Spoleto ma l’impegno è di fare fronte comune in vista dei ballottaggi. I segretari regionali di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, rispettivamente Virginio Caparvi, Franco Zaffini ed Andrea Romizi, hanno incontrato la presidente della Regione Tesei per un confronto sull’andamento delle politiche regionali messe in campo. Tutto bene? Si, tutto bene sulle cose facili molto bene alla voce possibile rimpasto della giunta regionale che di fatto è stato il fantasma che ha aleggiato sull’incontro.

Ne è uscita una nota vergata dai segretari di partito che sparge miele e descrive “un incontro proficuo – riferisce una nota congiunta dei tre segretari – che ha visto gli esponenti della maggioranza condividere la strada fin qui percorsa che sta portando l’Umbria a vivere una fase di ripresa e di rilancio come sottolineano tra l’altro la tenuta del Pil umbro, la cui perdita in periodo di crisi Covid è stata più contenuta rispetto alla media nazionale, e gli straordinari risultati nel turismo, superiori al 2020 e 2019, nonché la capacità di aver presentato concreti e fattibili progetti regionali per il Pnrr, alcuni dei quali già in fase di finanziamento”. Poi, a microfoni spenti e taccuini chiusi si racconta altro.

L’accordo

Condivisione, ma anche su questo non pochi hanno alzato gli occhi al cielo, è stata espressa anche per ciò che concerne la ricapitalizzazione della Sase da parte della Regione, considerata strategica nello scacchiere regionale. La nota conclude al miele: “I partiti di maggioranza, pur avendo scelto percorsi diversi in alcuni comuni, figli di vedute territoriali, si dicono pronti ad impegnarsi durante la fase di ballottaggio a ricomporre lo schema di maggioranza che a livello regionale sta portando i suoi frutti”.

Rimpasto

Ma, come detto, sul piatto forte l’aria che tira è molto meno conciliante. Ufficialmente chi ha partecipato al summit afferma che non si è parlato di rimpasto della giunta regionale dopo la cacciata dell’assessore Melasecche dalla Lega ma in verità sul punto le forti frizioni restano: Tesei vorrebbe chiudere il tutto con le dimissioni di Melasecche da consigliere regionale mentre Lega e Fratelli d’Italia spingono per andare a un cambio più radicale: fuori Melasecche e il collega Michele Fioroni e dentro il consigliere Paola Fioroni della Lega e un tecnico o il consigliere Eleonora Pace per Fratelli d’Italia. Lavori in corso. Adesso a Palazzo Donini si prende tempo e si manda la palla a dopo le elezioni amministrative ma la presidente ha un solo obiettivo: non toccare il suo assetto di Giunta. Chiamando Salvini anche più spesso di quanto ha fatto fino ad oggi.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi