sabato 29 Gennaio 2022 - 09:15
-1.9 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Ecco Perugia Tomorrow, il primo giornale scritto interamente dai bambini

Il primo numero in distribuzione gratuita in città “Adulti, dovete ascoltarci di più. Sindaco, non ci rimandi in Dad"

PERUGIA – “Caro sindaco Romizi, io le chiedo a nome di tutti i bambini di fare il possibile per non farci tornare in DAD”. Lo scrive la piccola Sofia nel primo editoriale di ‘Perugia Tomorrow: la città dei bambini’, la nuova testata giornalistica realizzata da bambini, grazie all’impegno di BorgoBello, di Katia Carlini, di Marika Micoli e di Christine Noël. La redazione è formata da 8 fanciulli tra gli 8 e i 10 anni che vogliono dire la loro su ciò che li circonda. E lo fanno a modo tutto loro. Ad esempio nella rubrica “Se fossi Presidente della Repubblica”, i bambini mettono nero su bianco diversi suggerimenti per Sergio Mattarella e per il suo ormai prossimo successore: “Direi che i maestri non possono dare i compiti o per lo meno che non li possono dare quando ci sono i compleanni e le feste”, scrive un bambino. E un altro aggiunge: “Darei più ascolto ai bambini che sono solo piccoli ma mica tonti”. E c’è anche una mail per inviare il proprio contributo alla rubrica.

La rivista

Perugia Tomorrow è un trimestrale ed è possibile trovarlo, gratuitamente, presso le biblioteche, centri sportivi, scuole, corsi di musica, associazioni culturali e in ogni altro posto in cui le idee possono circolare liberamente. Il primo numero è in distribuzione a partire dall’11 dicembre.

Nelle pagine, tutte a colori, i bambini si rivolgono alle istituzioni per esprimere le loro opinioni ma anche e soprattutto ai loro coetanei puntando l’attenzione su quello che di buono accade a Perugia o nelle loro classi. Hanno spazio anche gli interessi sani come lo sport, la passione per gli animali, il piacere della lettura, l’amore per il cinema, ma anche il trasporto per i giocattoli o per esperienze coinvolgenti. I bambini sanno anche stupirci con una “pagina che non c’è” vietata ai genitori o agli adulti non accompagnati da un minore, in cui la fantasia non ha limiti e tutto è possibile.

Come la sua giovane redazione, il giornale intende crescere e conta per questo sull’aiuto della comunità alla quale è rivolto con articoli, sponsor e contributi di ogni forma.

La redazione è aperta a ogni tipo di contributo. Quindi, se sei un bambino, una bambina o una classe di una scuola primaria di Perugia e “ti prude la penna” oppure semplicemente un adulto curioso, puoi scrivere a katia.carlini1@gmail.com

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi