CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ecco l’ordine con il quale compariranno nella scheda elettorale i candidati sindaco

Extra

Ecco l’ordine con il quale compariranno nella scheda elettorale i candidati sindaco

Redazione
Condividi

E’ stato definito ufficialmente l’ordine con il quale compariranno nella scheda elettorale i candidati sindaco e le liste collegate per le elezioni amministrative del 5 giugno a Città di Castello. Dopo aver esaminato la documentazione prodotta, la prima Sottocommissione elettorale circondariale di Perugia ha giudicato ammissibili tutte le candidature a primo cittadino e tutte le dieci liste presentate, procedendo, quindi, al sorteggio della loro posizione. Al primo posto, in alto a sinistra nella scheda elettorale, comparirà il candidato sindaco Roberto Colombo, affiancato dalla lista Castello Cambia. La seconda posizione è del candidato sindaco Luciano Bacchetta, con le liste collegate nel seguente ordine: La Sinistra per Castello, Partito Democratico, Socialisti per Città di Castello. Al terzo posto comparirà il candidato sindaco Giovanni Zangarelli con la lista La Rinascita e in quarta posizione il candidato sindaco Nicola Morini con le liste collegate nel seguente ordine: Lega Nord, Fratelli d’Italia, Tiferno Insieme, Forza Italia. All’ultimo posto, in basso a destra nella scheda elettorale, figurerà il candidato sindaco Marco Gasperi, con la lista del Movimento 5 Stelle. Nei prossimi giorni verranno stampati i manifesti con i candidati sindaco e i nomi dei candidati presenti nelle liste per il rinnovo del consiglio comunale, che saranno affissi negli spazi elettorali e nei seggi, e saranno realizzate le schede attraverso le quali gli elettori esprimeranno il proprio voto. Sotto il coordinamento del dirigente del Servizio Demografico Luisella Alberti, il Servizio Elettorale del Comune lavorerà con il responsabile Mauro Menghi e la responsabile dei Servizi Stato Civile, Statistica, Gestione Amministrativa e Banche Dati Daniela Salacchi per la predisposizione degli atti e per l’organizzazione delle operazioni di voto nei seggi, a garanzia del corretto svolgimento delle consultazioni.