CARICAMENTO

Scrivi per cercare

È il Rione Porta Sant’Angelo a vincere la “Perugia storica” 2019

Eventi Perugia Cultura e Spettacolo Extra Città

È il Rione Porta Sant’Angelo a vincere la “Perugia storica” 2019

Redazione cultura
Condividi

PERUGIA – A vincere la seconda edizione di “Perugia storica”, gara di auto e moto storiche tra i Rioni della città, è quest’anno il Magnifico Rione di Porta Sant’Angelo.

All’evento hanno preso parte cinquantacinque equipaggi, un numero superiore rispetto al limite massimo previsto di cinquanta, proprio per l’alto numero di richieste di adesione. Un grande successo registrato fin dall’apertura delle iscrizioni: chiuse nel giro di pochissimi giorni lasciando fuori tanti appassionati che avrebbero voluto partecipare. A metà mattina suggestivo il passaggio a Montepetriolo, avvolto nella calorosa accoglienza offerta per l’occasione dalla Pro loco. Così anche quella organizzata dalla Pro loco “Pietro Vannucci” di Fontignano, dove si è tenuto il pranzo al quale hanno preso parte quasi centocinquanta persone. Dopo il tour tra arte, storia, borghi e colline, e il tradizionale giro delle cinque porte della città, l’evento si è concluso con la parata in piazza IV Novembre. Una carovana che si è poi spostata alla Slee (Scuola di lingue estere dell’Esercito) dove si sono tenute le premiazioni seguite dal sorteggio del Rione che ospiterà l’edizione 2020. Si correrà sulle strade del contado del Rione di Porta Sant’Angelo, che si è aggiudicato intanto sia la vittoria per l’equipaggio singolo che la classifica a squadre. L’apuntamento, che si avvale del contributo del Comune di Perugia, è stato organizzato dal Camep attraverso l’attivo coinvolgimento dell’intero territorio (Magnifico Rione di Porta Eburnea e associazione Rione Porta Eburnea, in collaborazione con le Pro loco di Montepetriolo e Pietro Vannucci) e i suoi abitanti.

Oggi (2 aprile) alle ore 17.30 alla Biblioteca Storica del Convento di San Francesco al Monte di Monteripido si terrà invece una conferenza organizzata dall’associazione Perugia 1416 e affidata stavolta a Roberto Segatori, già professore ordinario di Sociologia dei fenomeni politici e Direttore del Dipartimento Istituzioni e Società dell’Università di Perugia, nonché Coordinatore nazionale dei Sociologi della politica dell’Associazione Italiana di Sociologia (fino al 2013). L’argomento verterà sul concetto di identità, singola o collettiva, in relazione a segni, evocazioni, suggestioni, personaggi e temi ricorrenti di una rievocazione storica. Qual è la percezione del messaggio che la rievocazione storica intende trasmettere? Quali connessioni produce e in che misura conduce una comunità ad avere e/o a darsi un’identità? In particolare, tra entusiasmi crescenti e polemiche calanti, “Perugia 1416” riuscirà a porsi come nuovo criterio identitario per la Città del Grifo? Saranno questi gli interrogativi al quale risponderà il professore.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo