domenica 5 Dicembre 2021 - 08:12
14.5 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Dramma nel calcio umbro: muore l’allenatore della Julia Spello Mingarelli

Aveva appena guidato in panchina i biancorossi alla vittoria contro il Viole. Aveva 69 anni. Le esequie domani in Duomo a Nocera

SPELLO – Solo ieri pomeriggio l’ultima vittoria dei suoi ragazzi della Julia Spello a Viole. Lui aveva guidato la squadra in panchina, come sempre. Nelle ore successive un arresto cardiaco mentre si trovava in casa si rivelato fatale: è morto così, a 69 anni Mario Mingarelli, una delle figure storiche del calcio dilettantistico umbro.

A dare l’annuncio del decesso del tecnico nocerino è stato lo stesso club spellano, con una nota su facebook: ” Mario Mingarelli non ha fatto in tempo a salutare tutti gli amici e neanche i ragazzi che gli hanno regalato l’ultima vittoria prima di partire per un lungo viaggio. E’ stato con noi nelle stagioni sportive più complicate, non si è mai arreso alle difficoltà e soprattutto non si è mai pianto addosso anche quando il calcio è stato messo alle corde dalla pandemia. Persona schietta pulita e passionale, perfetta per l’ambiente spellano che l’aveva accolto ricambiandone stima, affetto e senso di appartenenza. Mancherà a tanti e a tutti noi della Julia Spello perché perdiamo uno dei valori aggiunti della nostra associazione. Sicuramente uno dei più importanti. Con un grande nodo alla gola ci stringiamo in un abbraccio forte alla sua famiglia e ai suoi cari. Ciao Mario”.

Il cordoglio del Nocera

A questa nota ha fatto eco quella della Asd Nocera, la squadra della sua città, che spesso aveva allenato: “Il presidente tutta la società e i ragazzi si stringono intorno al forte dolore della scomparsa di Mario Mingarelli. Impossibile da credere, impossibile da immaginare, lascerai un vuoto incolmabile dentro tutto noi, la tua grinta e il tuo carisma e la tua passione non la dimenticheremo mai. Ciao mister», la nota della squadra della sua città, l’Asd Nocera Umbra 2017. In queste ore via social sono in tanti a ricordare con affetto la sua figura”. Ironia della sorte, il Nocera è stato anche l’ultima squadra che ha visto giocare: dopo la partita della Julia infatti si era recato allo stadio Marinangeli per seguire il posticipo di Seconda fra Nocera e Cascia.

Chi era Mingarelli

Uomo di sport, simpatia innata, grande disponibilità anche verso i cronisti, Mingarelli era sempre attivo nel sociale e nello sport, anche dopo il pensionamento da professore di educazione fisica.

Mingarelli è stato tra i pochissimi allenatori ad essersi seduto sulle panchine di club di tutte le categorie dilettantistiche dalla D alla Terza Categoria. Lascia una moglie ed una figlia. Le esequie si terranno domani alle 14.30 al Duomo di Nocera Umbra. Alla famiglia ed a quanti lo conoscevano va il cordoglio della nostra redazione.

 

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi