martedì 28 Giugno 2022 - 21:27
28.8 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Domenica delle palme, Bassetti: “Tanti ucraini calpestati nella loro dignità”

Cerimonia nella cattedrale di San Lorenzo dopo la processione dalla cattedrale: "Il Signore vuole la pace"

PERUGIA – Ha avuto al centro la guerra in Ucraina l’omelia pronunciata dal cardinale Gualtiero Bassetti in occasione della Domenica delle palme. “Vi invito con tutto il cuore – ha detto nella cattedrale di San Lorenzo – a vivere con intensità questa settimana santa che ci prepara alla Pasqua. Immergiamoci pienamente in tutte le vicende che hanno segnato la passione, morte e risurrezione di Gesù. E accanto a quelle di Gesù ci sono le sofferenze di tanti fratelli e sorelle ucraini calpestati nella loro dignità umana, particolarmente i bambini, le donne, gli anziani, i giovani”.

La cerimonia

“Ricordiamoci – ha aggiunto – che Dio è un Padre geloso, che chiederà conto a tutti delle sue creature. “Verrà un giorno…”, disse padre Cristoforo nel Promessi sposi, e io temo il giudizio di Dio quando il nostro comportamento delega da ogni insegnamento evangelico e dai comandamenti del Signore. Anche per tutti questi motivi viviamo a fondo gli eventi che segnano gli ultimi giorni della vita terrena di Gesù”. La cerimonia in cattedrale è stata preceduta dalla processione dall’arcivescovado a San Lorenzo e dalla benedizione dei ramoscelli d’ulivo.

Il Signore vuole la pace

Dopo aver ricordato le parole di una catechista a proposito della Passione, il cardinale ha sottolineato che “la morte, ogni vita tolta, è sempre ingiusta, anche dopo i crimini più brutti”. “Il ramoscello d’ulivo che abbiamo in mano sia davvero un segno di pace – ha auspicato Bassetti – che ci ricorda continuamente che il Signore vuole la pace. L’ulivo ci accompagnerà nelle nostre case per ricordarci quanto Gesù ci vuole bene, perché abbiamo bisogno di dircelo concretamente e continuamente altrimenti anche noi rischiamo di cadere, perché siamo terribilmente fragili. Ricordiamo l’insegnamento della catechista ai bambini e ricordiamo soprattutto che Gesù è la nostra vera pace”. Di seguito pubblichiamo il programma delle celebrazioni che si terranno nei prossimi giorni.

Giovedì santo, 14 aprile

Alle ore 18, si terrà la Messa in Coena Domini con il rito della lavanda dei piedi, che il cardinale compirà a dodici operatori sanitari, categoria professionale distintasi durante la fase acuta della pandemia. A seguire ci sarà l’adorazione eucaristica animata dai seminaristi all’altare della reposizione e alle ore 22 la preghiera di compieta.

Venerdì santo, 15 aprile

Alle ore 9, come anche Sabato Santo, si terrà la celebrazione dell’Ufficio delle letture e delle Lodi, animata dal gruppo colare “Armonioso Incanto”; alle ore 18, la celebrazione della Passione del Signore con l’atto di adorazione della Croce mediante il rito del bacio limitato al solo cardinale.

Sabato santo, 16 aprile

Alle ore 22 inizierà la Veglia pasquale nella Notte Santa con i riti della benedizione del fuoco, dell’accensione del cero pasquale e della benedizione dell’acqua battesimale. Durante la liturgia riceveranno dal cardinale l’iniziazione cristiana tre catecumene di nazionalità albanese, iraniana e italiana, della parrocchia perugina di San Donato all’Elce, dove hanno svolto negli ultimi due anni il cammino di preparazione.

Domenica di Pasqua, 17 aprile

Alle ore 11, si terrà la Messa della Risurrezione del Signore presieduta dal vescovo ausiliare mons. Marco Salvi. Al termine, la Corale Laurenziana eseguirà il tradizionale canto dell’Alleluia dal “Messiah” di Handel. È la Giornata dell’Alleluia! La Risurrezione del Signore è per i cristiani il giorno della nuova creazione: in Cristo fiorisce la vera vita e la speranza.

- Pubblicità -spot_img
Pierpaolo Burattini
Pierpaolo Burattini
Direttore responsabile

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]