CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Disinnesco della bomba a Terni: domenica dalle 6 saranno evacuate 10750 persone: ecco tutte le istruzioni

EVIDENZA Cronaca e Attualità Terni Extra

Disinnesco della bomba a Terni: domenica dalle 6 saranno evacuate 10750 persone: ecco tutte le istruzioni

Redazione
Condividi

Operazioni di disinnesco e brillamento di una bomba

TERNI – Si è svolta questa mattina in Prefettura una nuova riunione per pianificare le operazioni di bonifica dell’ordigno bellico rinvenuto il 31 ottobre scorso in Località Cesi di Terni, con l’obiettivo di conciliare la maggior rapidità di intervento con il minor impatto sulle normali condizioni di vita della zona la quale, secondo le indicazioni tecniche fornite dagli artificieri, in occasione delle operazioni di bonifica dovrà essere oggetto di evacuazione in un raggio di 1.680 metri dal punto di stazionamento dell’ordigno; il tutto ovviamente per garantire le massime condizioni di sicurezza per persone, animali e cose.
Nella medesima zona sarà interdetto il traffico aereo, a cura dell’ENAC, nello spazio sovrastante fino ad una altitudine di 1.261 metri.

Per la bonifica della bomba, contenente 58,5 kg di amatolo (miscela di tritolo e nitrato di ammonio) sarà necessaria l’evacuazione di circa 10.750 cittadini dalle proprie abitazioni nella giornata di domenica 4 novembre.

LE AREE COMPRESE NELLA ZONA ROSSA

LA MAPPA DELLE AREE NELLA ZONA ROSSA

Le direttive L’evacuazione avrà inizio alle ore 6.00 e dovrà essere completata entro le ore 10 Solo quando sarà completata l’evacuazione, gli artificieri procederanno al despolettamento dell’ordigno e al suo trasporto presso la cava San Pellegrino di Narni ove, sempre in condizione di massima sicurezza, sarà fatto brillare. Il rientro in casa è previsto per le ore 13 “per tale motivo – dice la Prefettura –  eventuali ostacoli alle operazioni non potranno essere tollerati, a beneficio di tutta la popolazione”.

L’ORDIGNO RITROVATO: 40 FAMIGLIE GIA’ FUORI

Il centro di accoglienza principale è stato allestito al Palatennistavolo di via delle Palme; altri due centri di accoglienza saranno operativi nella palestra della sede scolastica della Giovanni XXIII in via della Pernice e al Paladivittorio, mentre l’Asl e l’Azienda Ospedaliera, attraverso il centro geriatrico – dove sono a disposizione 50 posti nell’unità semi-residenziale – accoglieranno coloro che ne avranno necessità.

Le persone con fragilità, o problemi di salute dovranno segnalare le loro necessità (anche attraverso parenti e familiari) recandosi già da stasera alla segreteria organizzativa del palatennistavolo di via delle Palme, oppure scrivendo una mail all’indirizzo: federico.nannurelli@comune.terni.it

Tutte le persone evacuate potranno restare nel Centro Accoglienza di via delle Palme, nella palestra della scuola di Giovanni XXIII in via della Pernice 8  a Borgo Rivo e al PalaDiVittorio, in via Di Vittorio, fino a conclusione delle operazioni: saranno assicurati ambienti riscaldati, cibo, bevande e assistenza da parte dei volontari e del personale del Comune. Sono a disposizione oltre centocinquanta letti. Un presidio medico avanzato sarà infine istituito presso la scuola di Cesi.

Il Coc, il Centro Operativo Comunale, resta operativo per tutte le iniziative che si renderanno necessarie fino all’operazione di disinnesco. Per informazioni ci si può rivolgere ai numeri: 0744.426000 – 0744.432201 – 0744.549527.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere