CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Diocesi Terni, cambiano alcuni parroci ma ad Amelia è polemica

Cronaca e Attualità Terni Narni Orvieto Amelia

Diocesi Terni, cambiano alcuni parroci ma ad Amelia è polemica

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Il vescovo della diocesi di Terni-Narni-Amelia monsignor Giuseppe Piemontese ha deciso per alcuni spostamenti di sacerdoti e in alcune zone interessate sta montando la polemica. Ad Amelia, nella parrocchia di Santa Maria in Monticelli, per esempio, dove non avrà vita facile monsignor Roberto Tarquini, tornato in Italia dopo quasi un anno di volontario ritiro monastico in Francia. Dopo 16 anni nella parrocchia di San Paolo a Terni, il vescovo gli ha affidato questa parrocchia in sostituzione di don Andrè Nkongolo Tshimanga a cui è stata affidato l’incarico di parroco della comunità parrocchiale di Santa Maria Assunta in Giove, in sostituzione di monsignor Antonino De Santis, attuale coordinatore della comunità pastorale di Penna-Giove-Attigliano.

Amelia, parrocchiani in rivolta. Ed è proprio contro il trasferimento di don Tschimanga che è scattata la protesta: raccolta firme contro il suo trasferimento ed una lettera aperta dei parrocchiani rivolta al vescovo: “E’ con profondo sconcerto e senso di smarrimento che abbiamo appreso – si legge – in modo improvviso ed inaspettato, la sua decisione di allontanare il nostro caro don Andrea dalla comunità parrocchiale di Santa Maria in Monticelli. La nostra è una parrocchia periferica, si potrebbe definire “di campagna”, formata da famiglie per lo più giovani, da persone schiette e limpide. Don Andrea ha saputo, negli anni, toccare il cuore di ognuno di noi, con un atteggiamento accogliente, cordiale, ma nel contempo fermo e competente. Molti di noi lo hanno eletto a propria guida spirituale, trovando in lui un amico sempre disponibile e pronto ad ascoltare. La piccola chiesa, dedicata a Maria, si è pian piano riempita di famiglie, di bambini e anziani; le celebrazioni domenicali sono diventate una festa di canti e di preghiere, spesso seguita da incontri conviviali. L’attenzione ai bambini è una delle caratteristiche che contraddistinguono il nostro caro don Andrea: gli spazi della parrocchia sono stati sempre disponibili per le iniziative riguardanti i più piccoli, anche durante l’estate. L’improvviso cambiamento di “pastore” che ci viene prospettato, fa piombare il nostro “gregge” nello sconforto e nello smarrimento. La nostra comunità, che si è per anni impegnata a portare avanti le attività parrocchiali anche in assenza di un sacerdote, viene di nuovo gettata nell’incertezza e nella confusione, per di più nel pieno dell’anno catechistico e pastorale, con attività già avviate e non ancora portate a compimento. Sappiamo benissimo che il nostro scritto sarà ininfluente sulle logiche, a noi sconosciute, che l’hanno portata a decidere questo trasferimento, ma ci sembra un atto dovuto esprimere, in questo modo, a don Andrea tutta la nostra riconoscenza, il nostro affetto, la nostra ammirazione per il tempo, le parole, il calore che ha saputo regalarci durante questi anni del suo servizio presso di noi e far presente a lei, Eccellenza, la nostra amarezza e delusione”.

Una situazione, peraltro, questa già vissuta da altre parti, soprattutto nei piccoli paesi, al momento di avvicendamenti.

Gli altri avvicendamenti. Sempre ad Amelia don Paulinus Chukwudi Nweke è stato nominato vicario della parrocchia di Sant’Agostino vescovo. A Terni don Gabriel Mario Caranta è stato nominato parroco in solido di Santa Maria Regina insieme a don Sandro Sciaboletta, già parroco della stessa parrocchia che assume il compito di parroco moderatore. Don Riccardo Beltrami diventa invece vicario parrocchiale di San Gabriele dell’Addolorata in Terni.  Un altro avvicendamento ha interessato la parrocchia di San Salvatore a Terni dove, in conformità al ruolo delle comunità pastorali cui è affidato il compito di favorire una pastorale integrata nelle rispettive comunità parrocchiali territorialmente attigue, è stato nominato parroco don Alessandro Rossini, responsabile della comunità pastorale di Terni centro e parroco della Cattedrale di Terni. Mons. Antonio Maniero, che ha guidato per oltre venti anni la parrocchia al centro di Terni, è stato nominato parroco emerito

Avvicendamento anche nell’ufficio diocesano per l’Insegnamento della Religione Cattolica nelle scuole che è stato affidato, per il prossimo quinquennio, a don Gian Luca Bianchi, che succede a monsignor  Antonino De Santis che ha svolto il servizio nell’ufficio scolastico diocesano per oltre trenta anni con competenza e dedizione e al quale va il ringraziamento della diocesi. Infine c’è da dire che da alcune settimane opera in funzione di vicario parrocchiale presso la parrocchia di San Paolo Apostolo a Terni padre Michele Pellegrino.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere