CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Diocesi Terni, Vescovo a Natale a pranzo coi poveri. Amelia, Messa ‘spostata’: proteste

Cronaca e Attualità Terni Narni Orvieto Amelia

Diocesi Terni, Vescovo a Natale a pranzo coi poveri. Amelia, Messa ‘spostata’: proteste

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Non poteva mancare la polemica natalizia. La Santa Messa della notte di Natale ad Amelia si terrà in fatti non al Duomo, ma nella chiesa di San Francesco, dove hanno sede tutte le attività, compreso l’Emporio della solidarietà. Ad Amelia è scoppiata la rivolta dei fedeli contro la decisione del Vescovo monsignor Piemontese, che però ha dalla sua parte la decisione di far celebrare le messe solenni della Notte di Natale nelle parrocchie. E il Duomo, ad Amelia, non è una parrocchia, mentre San Francesco si.  A nulla è valso l’intervento del sindaco Laura Pernazza e qualche fedele- come già successo a Febbraio, per San Valentino – ha protestato vivacemente, con manifesti esposti in città.

Celebrazioni col Vescovo. Nella Cattedrale di Santa Firmina la Messa ci sarà alle ore 18 del giorno di Natale, presieduta dal vescovo, che sarà domani alle 23.45 in Cattedrale a Terni e alle ore 11 del 25 dicembre in quella di Narni.

Pranzo con i poveri. Alle 13, il Vescovo tornerà a Terni, dove è atteso per iltradizionale appuntamento natalizio del pranzo di Natale in Episcopio con gli indigenti della città. Con il vescovo Giuseppe Piemontese siederanno a tavola 150 invitati, assistiti dalle associazioni caritative della diocesi, in gran parte coloro che frequentano ogni giorno la mensa diocesana “San Valentino”, ma anche intere famiglie che hanno deciso di trascorre la festa non a casa propria ma insieme ai più bisognosi della città. I volontari si occuperanno della buona riuscita della giornata, dall’allestimento all’accoglienza, dalla preparazione del cibo al servizio ai tavoli, il tutto grazie anche alla collaborazione di gruppi e movimenti della diocesi, che si sono suddivisi i vari compiti, per dare far vivere ad ogni ospite la gioia di un Natale insieme, e al contributo economico del Lions Club San Valentino di Terni, con il dono dei pacchi natalizi da parte dell’Acciai Speciali Terni e dei dolci tradizionali da parte dell’Azienda Servizi Municipalizzati. E’ un segno di condivisione fatto proprio da comunità parrocchiali, strutture diocesane di accoglienza e famiglie verso quanti vivono situazioni difficili. difficili.
Come ormai da diversi anni, anche gli studenti dell’Istituto “Casagrande – Cesi” di Terni hanno dato il loro contributo con la preparazione dei pasticcini per il pranzo, e quelli dell’Istituto comprensivo tecnico commerciale di Narni scalo hanno preparato gli addobbi per la tavola e i segnaposto con un pensiero augurale, frutto di percorso didattico e formativo legato al tema della solidarietà che sta alla base di questo loro impegno per il Natale

L’augurio “Sia questo un Natale- dice il vescovo – che porti speranza, che faccia partecipi tutti, in modo particolare le persone sole malate e bisognose, della gioia della festa e dell’amore di Dio. E’ il Natale che la chiesa diocesana si appresta a vivere nell’accoglienza e fraternità. La luce vera del Natale è Cristo, che rinasce per ogni uomo, donando gioia e pace per tutti, per i bambini e gli anziani, per i giovani e le famiglie, per i poveri e gli emarginati. Un segno di amore e conforto a quanti sono provati dalla malattia e dalla sofferenza e di sostegno a coloro che si dedicano al servizio dei fratelli più bisognosi”.

raccolta-solidale2Raccolta per gli empori della solidarietà. La raccolta di viveri effettuata nelle domeniche di avvento presso alcuni supermercati della Diocesi consentirà di rifornire di oltre 6 tonnellate di cibo e non solo gli empori della solidarietà di Terni ed Amelia, in prevalenza pasta, zucchero e prodotti per l’infanzia: “Il positivo riscontro della raccolta è un segno importante di solidarietà alla vigilia del Natale, un segno di speranza e condivisione che ci aiuta concretamente a sostenere e incrementare l’attività degli empori solidali – sottolinea Ideale Piantoni direttore della Caritas di Terni- Narni-Amelia  – per svolgere un servizio sempre più esteso ed efficace a fronte del crescente numero di famiglie in difficoltà”

Nella raccolta sono stati coinvolti 160 volontari delle parrocchie di San Francesco, San Pietro, Sant’Antonio, Santa Maria della Misericordia, Santa Maria del Carmelo, San Giuseppe Lavoratore, Nostra Signora di Fatima, Rocca San Zenone, Papigno, San Valentino, San Paolo, Santa Maria del Rivo, San Giovanni Bosco, Santa Maria Regina di Terni, e dalle parrocchie di Amelia di San Francesco, San Massimiliano Kolbe, di Narni e Valle Teverina, insieme ai volontari del Banco Alimentare, della Mensa San Valentino e dei Romei di San Michele arcangelo.

Attualmente nell’emporio solidale di Terni vengono aiutati 150 nuclei familiari per un totale di 540 persone che usufruiscono del servizio, prevalentemente stranieri, donne sole con figli e anziani. Ogni settimana circa trenta persone, a rotazione, usufruiscono di questa opportunità che si ripete per ciascuno con cadenza quindicinale o mensile. Nell’emporio solidale di Amelia, a cui fanno riferimento le attività caritative della zona di Amelia e alcune parrocchie del narnese, vengono aiutati 80 nuclei familiari Recandosi in quello che è un vero e proprio market si possono acquistare con una scheda a punti ciò di cui si ha bisogno. La tessera viene caricata di punti in base a dei parametri variabili a seconda della tipologia e situazione complessiva a livello economico-fiscale e sociale dei nuclei familiari. Questo per consentire una spesa equilibrata ed intelligente che educhi gli utenti alla logica del non-spreco.

 

 

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere