CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Diminuiscono i brevetti depositati, seminario della Camera di commercio di Terni

Extra Regione

Diminuiscono i brevetti depositati, seminario della Camera di commercio di Terni

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Prosegue intenso l’impegno della Camera di commercio di Terni a sostegno delle imprese che intendono innovarsi e ricorrere alla brevettazione. Lunedì 30 maggio a partire dalle ore 16.45 presso la sede dell’ente camerale è in programma un incontro formativo e divulgativo sul tema della brevettazione e delle invenzioni in cerca d’autore. L’idea è quella di provare a favorire l’utilizzo di brevetti esistenti o in corso di registrazione e facilitare l’innovazione nelle piccole e medie imprese: la piccola impresa infatti non può permettersi investimenti in ricerca ma ha bisogno di nuovi prodotti ed a volte le idee esistono ma manca un collegamento adeguato tra inventore e aziende disposte a lanciare nuove produzioni. L’evento rientra nel progetto più ampio “Dall’idea al mercato” che l’ente camerale ha avviato con la collaborazione della società Centro Sviluppo Brevetti srl ed a cui hanno aderito Cna, Confapi, Confartigianato ed alcuni Comuni della provincia. Che il settore abbia bisogno di incentivi è confermato dai dati messi a disposizione dall’Ufficio brevetti della Camera di Commercio e dall’Epo (European patent office) dove si depositato i brevetti europei.
Il 2016, stando ai dati del primo trimestre, fotografa già un trend in discesa rispetto agli scorsi anni. Due risultano infatti i brevetti depositati e un solo modello di utilità (ossia un modello che consente ad un prodotto già noto di essere utilizzato grazie ad una invenzione). Nel 2015 sono stati 4 i brevetti depositati, mentre 11 i modelli di utilità. Nel 2014 sono stati 14 i brevetti e i modelli di utilità depositati presso gli uffici della Camera di Commercio, 14 nel 2013, 22 nel 2012. Diversi i settori coinvolti, dal campo meccanico a quello medico. Si va dal sistema di produzione di energia a circuito chiuso, al dispositivo cingolato per le tavole da snowboard, strumenti per la misurazione dei parametri vitali in ascensore e del paracadute per ascensori fino all’apparecchio per il trattamento di patologie dermatologiche a carico di unghie e piedi.
Non va meglio sul fronte dei brevetti europei. I dati elaborati da Unioncamere-Dintec (in questo caso aggiornati al 2014) posizionano la nostra provincia molto al di sotto della media nazionale e dei dati raccolti nel resto della regione.

“Nel corso dell’incontro di lunedì verrà illustrato nel dettaglio il percorso attraverso il quale Camera di commercio e gli altri soggetti promotori intendono mettere in contatto i produttori e i distributori con chi detiene brevetti inutilizzati, in modo che le imprese possano immettere sul mercato nuovi prodotti, da sole o come parte di un raggruppamento di aziende – spiega il segretario generale, Giuliana Piandoro – ma il centro dell’iniziativa sarà la presentazione di alcune idee di nuovo prodotto dalle quali, nella stessa giornata, prenderanno avvio gli incontri individuali tra imprese e consulenti del progetto camerale”. In Camera di Commercio è stato inoltre attivato uno Sportello sviluppo brevetti a cui ci si può rivolgere per le informazioni necessarie e fissare un incontro informativo gratuito con un esperto.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere