domenica 7 Agosto 2022 - 17:34
24 C
Rome
- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Deruta, il cardinale Bassetti cittadino onorario della ‘capitale’ della ceramica

Bassetti è stato accolto anche dalla banda musicale di Deruta che ha intonato sia l'Inno d'Italia, sia quello dell'Ucraina

DERUTA – Il cardinale Gualtiero Bassetti è cittadino onorario di Deruta. “Una giornata di grande festa per la comunità e per tutta l’Umbria” ha sottolineato il sindaco, Michele Toniaccini, commentando il conferimento da parte del Consiglio comunale.  Alla cerimonia hanno partecipato l’arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, la presidente della Regione Donatella Tesei, il prefetto, Armando Gradone, parlamentari, consiglieri regionali, rappresentanti delle forze dell’ordine, sindaci e consiglieri di altri Comuni, il mondo dell’associazionismo, i parroci di Deruta, il responsabile della Caritas, don Marco Briziarelli e numerosi cittadini. Bassetti è stato accolto anche dalla banda musicale di Deruta che ha intonato sia l’Inno d’Italia, sia quello dell’Ucraina, Paese per il quale è stato osservato un minuto di silenzio.

Deboli e fragili

Toniaccini ha quindi sottolineato “l’opera del cardinale Bassetti a fianco delle comunità, delle persone più deboli e fragili, ma anche il suo pensiero sulle grandi questioni della nostra esistenza, sui problemi che affliggono la nostra società”. Il sindaco ha quindi citato i tanti momenti in cui il cardinale Bassetti è stato presente a Deruta. Al termine della cerimonia il sindaco ha consegnato al cardinale una pergamena in ceramica, rappresentativa dell’artigianato artistico locale, riportante la motivazione della cittadinanza onoraria”. “Questo dono mi commuove profondamente – ha commentato il card. Bassetti -, perché mio fratello minore era un torniante e conosco la fatica che c’è dietro queste opere d’arte. La dedico a lui e in lui vedo tutti i ceramisti che per tutta la vita hanno tenuto le mani nella terra fredda per fare queste meraviglie che noi ammiriamo”. Per la presidente Tesei “il conferimento della cittadinanza onoraria al cardinale è una cosa che sentiamo tutti nel cuore e ogni città dell’Umbria dovrebbe fare un gesto simile, perché lo abbiamo sentito tutti noi sempre molto vicino”.

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]