CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Delitto Raggi, domani scatta il processo contro la presidenza del Consiglio

Cronaca e Attualità Terni Extra EVIDENZA2

Delitto Raggi, domani scatta il processo contro la presidenza del Consiglio

Redazione
Condividi

David Raggi

TERNI – Domani mattina è una giornata decisiva per la causa che la famiglia di David Raggi, il giovane ternano ucciso un anno e mezzo fa da un marocchino ubriaco in piazza dell’Olmo ha intentato contro la presidenza del Consiglio, visto che  lo Stato Italiano non ha adempiuto a una normativa europea che impone agli stati la creazione di un fondo per le vittime di reati violenti.

Speranza A Roma infatti si terrà la prima udienza e la speranza della famiglia, assistita da Massimo Proietti, è che il giudice trattenga per sè la causa così da accorciare i tempi della sentenza.  La famiglia Raggi ha chiesto un risarcimento di 2 milioni di euro, in alternativa il riconoscimento della provvisionale di 600 mila euro. L’8 marzo si saprà invece il pronunciamento della Cassazione sulla condanna in primo e secondo grado a 30 anni di reclusione inflitta all’omicida, Amine Aassoul.