CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Decreto terremoto, la Camera dei Deputati dice sì: ora è legge

EVIDENZA Cronaca e Attualità Foligno Spoleto Extra Città

Decreto terremoto, la Camera dei Deputati dice sì: ora è legge

Redazione
Condividi

La Camera dei Deputati

PERUGIA – L’aula di Montecitorio nella giornata del 19 luglio ha approvato in via definitiva il decreto terremoto. Il provvedimento ha incassato 398 sì, 98 astenuti e nessun voto contrario. Avendo già ottenuto l’ approvazione del Senato, il testo, quindi, è legge.

Novità rispetto al precedente esecutivo Il testo presentato dal governo Gentiloni prevedeva solo la proroga delle scadenze di fine aprile, ed in un primo momento la nuova maggioranza Lega-M5S ha tentato di rimpolparlo con una serie di altre misure studiate nelle scorse settimane anche insieme al Commissario, Paola De Micheli. Alla fine, nel decreto, sono entrate solo le norme sulla sanatoria delle gravi difformità edilizie e la regolarizzazione delle casette temporanee.

Tasse Il rimborso delle tasse sospese, dal gennaio 2019, e in 60 rate, era previsto dal decreto originario di Gentiloni. Lo stesso la proroga dello stato di emergenza per il sisma, da agosto alla fine dell’anno, anche se sono stati tagliati i fondi per il suo finanziamento, da oltre 500 a 300 milioni di euro. La scadenza per la presentazione dei progetti di riparazione dei danni lievi è stata prorogata da fine luglio a fine anno.

Soglia Soa Sale da 150 a 258 mila euro la soglia di valore degli appalti che fa scattare i requisiti Soa per le imprese, mentre sono state rinviate di tre anni le rate dei mutui contratti dai comuni, così come le indennità di funzione maggiorate per i sindaci del cratere.

Nessuna modifica a Zona Franca Urbana Non passano, invece, le norme che prevedevano l’esproprio delle aree dove sono state realizzate le Sae, come la proroga di due anni delle assunzioni a tempo determinato negli Uffici Speciali e nei Comuni (scadono a fine 2018). Nessuna modifica, contrariamente alle attese, per i meccanismi della Zona Franca Urbana.

Rottamazione cartelle  E resta irrisolta anche la questione delle cartelle esattoriali di Equitalia: rimanendo sospesa la notifica delle cartelle, i cittadini residenti nei comuni del cratere di fatto non possono accedere alla rottamazione.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere