CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Dal cielo o in barca l’Umbria attende la Befana 2020: gli appuntamenti nelle piazze

EVIDENZA Perugia Terni

Dal cielo o in barca l’Umbria attende la Befana 2020: gli appuntamenti nelle piazze

Redazione cultura
Condividi
L'arrivo della Befana a Città della Pieve
L'arrivo della Befana a Città della Pieve

PERUGIA/TERNI – In veste tradizionale o in quella moderna, poco importa soprattutto per i più piccoli. E allora sono tanti gli appuntamenti sparsi sul territorio per gustarsi questa Befana 2020. Ecco una carrellata dei più significativi in grado di allietare una giornata di festa.

Perugia A Perugia il 5 gennaio alle 17 tutti i bimbi avranno l’opportunità di vedere la nonnina scendere dal campanile di palazzo dei Priori per consegnare le calze e le caramelle a tutti coloro che saranno ad attenderla in piazza IV Novembre. La befana torna anche quest’anno grazie alla collaborazione di Perugina Nestle, circolo dipendenti Perugia, associazione vigili del fuoco Gianluca Pennetti Pennella, associazione vigili del fuoco in pensione, compagnia teatrale Il carro di Chiugiana. Per ricevere una delle 1.300 calze a disposizione sarà necessario avere l’apposito ticket che saranno distribuiti sabato 4 dalle 16 alle 20 e domenica 5 dalle 16 alle 17 al centro camerale Alessi in via Mazzini, dove ogni bimbo potrà ricevere un unico tagliando. Per ricevere la calza dopo la discesa della befana dal campanile, le famiglie avranno tempo fino alle 19, raggiungendo le due casette natalizie di piazza IV novembre, piazza Matteotti, piazza della Repubblica e piazza Italia.

Piediluco  La Befana arriva anche a Piediluco dove per il 4, 5 e 6 gennaio sono previste piccole iniziative e l’apertura delle casine di Babbo Natale: una piccola bottega di oggettistica artigianale e un piccolo punto ristoro in cui gustare prodotti di gastronomia locale, come il panpepato e i mostaccioli, dolci tipici della tradizione ternana, il tutto accompagnato da un caldo vin brulè e cioccolata calda. Il giorno dell’Epifania, poi, arriverà la Befana accompagnata dai tamburini di Stroncone per donare caramelle a tutti.

Ferentillo Lunedi 6 gennaio alle 15, la Befana arriverà a Ferentillo in sella alla sua magica scopa, volando dal campanile della Chiesa di Santa Maria, da un’altezza di 35 metri, in largo Furio Miselli. L’iniziativa, organizzata dalla Pro Loco di Ferentillo e giunta ormai alla XII° edizione, rientra nell’ambito degli eventi “Ferentillo è.. Natale fra le Rocche”. La discesa della Befana, realizzata ogni anno grazie alla collaborazione del Gruppo Grotte “Pipisterlli” del C.A.I. di Terni, vedrà una splendida Befana scendere volando, tramite un complesso sistema di corde, dal campanile della Chiesa di Santa Maria atterrando poi nel piazzale di fronte il campanile dove ad attenderla troverà una immensa folla di bambini festanti (per recapitare i regali alla Befana trovarsi 30 minuti prima presso la Palestra del Plesso Scolastico di Ferentillo, oppure contattare il 3453536229). L’arrivo della Befana sarà accompagnato anche dai canti tradizionali del Gruppo “I Cantori della Valnerina” insieme alla Sonata a Rinterzi “Umbra” dal campanile a cura del Gruppo Campanari di Ferentillo.

Norcia Befana anche a Norcia, nel cuore del cratere umbro del sisma, lunedì 6 gennaio alle 15.30 al Centro di valorizzazione, per l’appuntamento che chiuderà gli eventi del Natale nursino, realizzato in collaborazione da Comune e Pro Loco. Quest’anno la storia della ‘dolce vecchietta’ con la scopa volante, che la notte del 6 gennaio porta calze piene di dolci a tutti i bambini, sarà raccontata a Norcia nello spettacolo dal titolo ‘La vera storia della Befana’, a cura del Tieffeu teatro di figura con Mario Mirabassi e Luciana Biancon.

Orvieto Anche a Orvieto il 6 gennaio la Befana si calerà dal Palazzo del Popolo per donare ai piccini dolci e caramelle. A cura della Protezione Civile e i Vigili del fuoco di Orvieto.

Avigliano Umbro Sarà festa in occasione dell’Epifania alla Foresta di Dunarobba, ad Avigliano Umbro, dove grandi e piccoli lunedì, a partire dalle 14, potranno “incontrare” DonnaUrsina, una “domina herbarum” o “conoscitrice delle erbe curative”, realmente vissuta alla fine del 1500. Il biglietto unico di sei euro per tutti i visitatori, adulti e no, consentirà ai più piccoli che si prenoteranno di ascoltare le storie di Donna Ursina, esser truccati da animali, visitare la Foresta Fossile, disegnare, colorare e conoscere le erbe. Agli adulti, l’ingresso con visita guidata alla stessa Foresta. Con l’occasione verrà anche inaugurato lo spaccio alimentare “Sequoia emporium”, un piccolo punto vendita che raccoglie alcuni tra i migliori prodotti della regione. L’iniziativa è organizzata dalla cooperativa di comunità Surgente che, in stretta sinergia con la Soprintendenza ai beni archeologici dell’Umbria e con l’amministrazione locale, hai deato un progetto di rilancio culturale ed economico del territorio di Avigliano Umbro, a partire dalla Foresta Fossile,un sito risalente a tre milioni di anni fa.

Foligno A Foligno, invece, è di scena la 17a edizione del volo della Befana che si calerà dal Torrino del municipio, a un’altezza di circa 75 metri. L’appuntamento è per il giorno dell’Epifania alle 17.30 e, come sempre, è a cura dei vigili del fuoco del distaccamento locale, sostenuti dall’associazione dei pompieri Pennetti Pannella.  A Foligno anche Gran concerto dell’Epifania il 6 gennaio alle 17.30 all’auditorium San Domenico, dove è attesa l’Orchestra giovanile di Assisi, diretta dal maestro Francesco Seri e il Gruppo vocale Tritonus di Perugia diretto dal maestro Franco Radicchia, che eseguiranno brani tradizionali dal repertorio natalizio. L’evento è finalizzato a diffondere la conoscenza della “terra santa” e alla raccolta di fondi da destinarsi al supporto dei bambini in difficoltà di Gerico ad opera della Custodia di  Terra Santa. Il concerto è stato promosso dal “Commissario di Terra Santa per l’Umbria” padre Giuseppe Battistelli e organizzato dalla Onlus associazione Santo Sepolcro di Foligno.

Spoleto A Spoleto il comitato della Croce rossa italiana, con il patrocinio del Comune, ha organizzato per lunedì 6 gennaio, la VI edizione della festa della Befana. Momento clou della festa, la spettacolare discesa della Befana dal campanile di San Gregorio, una caratteristica iniziativa che a Spoleto non veniva realizzata da dieci anni. La festa è in programma dalle 14 e prevede animazioni, disegni, trucchi e palloncini colorati. Intorno alle 16.30 è previsto l’arrivo della Befana che distribuirà ai bimbi dolcetti e caramelle. Sempre in occasione delle feste per celebrare il nuovo anno, il comitato di Spoleto della Croce rossa italiana installerà, grazie al personale della Croce rossa e dei vigili del fuoco, una parete per arrampicata a piazza Vittoria, nelle vicinanze del ponte Garibaldi. L’attrazione sarà aperta, Sabato 4 dalle ore 14 alle ore 17 mentre domenica 5 gennaio e il giorno della Befana dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17.

Assisi Anche ad Assisi protagonista assoluta del 6 gennaio sarà la Befana che, carica di dolcetti e doni per i bambini, si calerà col parapendio dal Monte Subasio a Rivotorto (14,30), dalla torre campanaria ad Assisi centro (16,30), dal campanile della piazza a Castelnuovo (18) e dal cupolone della Basilica a Santa Maria degli Angeli (18,30).

Città di Castello  A Città di Castello, invece, l’appuntamento è alle 18 in piazza Gabriotti con le acrobazie della Befana dei vigili del fuoco assistiti dai volontari di molte associazioni come Club 8.3, Radio Amatori, Croce rossa, Gruppo Alfa, Gruppo comunale di Protezione civile, Lions club, Pubblica assistenza tifernate, Rotary club e Sogepu.

Magione Il 6 gennaio, nell’area del pontile di Sant’Arcangelo di Magione, tradizionale arrivo della Befana vien dal Lago organizzata dalla locale proloco in collaborazione con la Cooperativa pescatori del Trasimeno. L’arzilla vecchietta, accompagnata dai pescatori arriverà in barca per portare la dolce calzetta a tutti i bimbi presenti. La manifestazione sarà arricchita da giochi e balli con le simpatiche animatrici di AnimataMente. In caso di maltempo l’iniziativa sarà spostata alla struttura polivalente.

Città della Pieve Il 6 gennaio, come da tradizione, torna la Befana di Città della Pieve. Scenderà dal campanile del Duomo aiutata da uno stuolo di elfi festosi “volando” per circa settanta metri. All’atterraggio, l’anziana ma arzilla signora dell’Epifania distribuirà caramelle a tutti i bambini. Si rinnova la magia di una manifestazione di successo che ogni anno attira un pubblico sempre più numeroso e vede coinvolti circa trentacinque volontari del gruppo speleologico Cai di Perugia. Un evento unico per grandi e piccini che unisce l’abilità di scalatori del Gruppo speleologico al fascino suggestivo del centro storico della famosa cittadina.

Trevi e Gualdo Cattaneo A Trevi, appuntamento in Piazza Mazzini il 6 gennaio alle 18 con la spettacolare discesa dalla torre civica a cura del gruppo speleologico Cai Spoleto. Lunedì 6 gennaio 2020, la Befana arriva anche alla Rocca di Gualdo Cattaneo. Nel cortile della Rocca, chiunque, purché munito di scopa, potrà partecipare al concorso “Cento befane in Rocca” e ammirare le simpatiche vecchiette giunte a Gualdo Cattaneo da ogni dove.

Montefalco A Montefalco domenica 5 gennaio alle 15 in piazza del Comune tornala classica tombolata con l’arrivo della Befana e tanti dolcetti per i bambini, a cura dell’Asd Montefalco Football Club 2008 (i-MFC)- Lunedì 6 gennaio alle 11.30 parte dal Museo di San Francesco “Montefalco Trek”, l’itinerario pedonale con visita guidata per scoprire luoghi, mestieri e sapori del passato, tra strade medievali nascoste, palazzi storici, chiese, chiostri e cortili, per ammirare i tesori d’arte e panorami unici della città. Evento a cura di Sistema Museo, per prenotazioni: 0742 379598. Si prosegue alle 15 al Chiostro di Sant’Agostino con il 1° Torneo del Sagrantino di Briscola a coppie a cura dell’Asd Football club 2008.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere