CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Da Assisi a Perugia per confrontarsi con l’arte

Eventi Perugia Cultura e Spettacolo Assisi Extra Città

Da Assisi a Perugia per confrontarsi con l’arte

Redazione cultura
Condividi

PERUGIA – Messaggeri positivi di pace e comprensione, in questo si trasformano gli studenti di Assisi che aderiscono a un progetto realizzato da otto organizzazioni provenienti da sette Paesi europei (Bulgaria, Italia, Regno Unito, Croazia, Repubblica Ceca, Romania, Grecia). A confrontarsi, attraverso l’arte, con le tematiche del contrasto all’incitamento all’odio, in particolare nei confronti di migranti, è stato per l’Italia il Liceo Sesto Properzio della città serafica (classi 2A – Scienze Umane e 2B – Economico Socialeche), guidati dagli esperti di FORMA.Azione, partner per l’Italia dell’azione, hanno realizzato un’opera d’arte collettiva. Il lavoro sarà svelato alla città mercoledì 16 maggio alle ore 11 in via Enrico dal Pozzo, durante una cerimonia. Saranno presenti gli alunni delle due classi, gli insegnanti e l’artista-guida, il pittore Josè Araoz. L’opera sarà visitabile fino a fine mese a Perugia.

Il progetto, co-finanziato dalla Commissione Europea – Direzione Generale per la Giustizia – Programma REC, affronta il tema dell’incitamento all’odio, in particolare quello online nei confronti dei migranti,dei rifugiati e dei richiedenti asilo. Affronta inoltre la necessità di una risposta più efficace da parte della società civile sui discorsi di odio online, attraverso la condivisione e la diffusione di buone pratiche. L’obiettivo principale del percorso è stato quello di rafforzare la consapevolezza della società civile sulla rilevanza dei discorsi di odio on-line e sul ruolo di contrasto ai discorsi xenofobi che ognuno può svolgere, attraverso la creazione di vere e proprie coalizioni di messaggeri positivi, appositamente formati e preparati a creare e condividere narrazioni alternative a quelle diffuse in rete e nei social. Così, attraverso l’espressione artistica e creativa in tutte le sue forme e, grazie alla partecipazione degli studenti e alle professoresse Paola Pagliacci e Silvia Roscini, è stato possibile realizzare un’opera di pittura collettiva, sotto la guida del pittore e artista Josè Araoz.

Il lavoro sarà affisso a Perugia con lo scopo anche di abbellire un angolo di città e offrirsi come spunto di rinascita per una narrazione positiva dei luoghi e delle persone che la abitano. FORMA.Azione srl, una delle realtà più dinamiche del territorio in ambito formativo e dei progetti comunitari, quale partner di progetto responsabile della campagna di sensibilizzazione italiana, ha reso possibile questa esperienza formando i messaggeri positivi e realizzando gli strumenti creativi di contrasto all’odio.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere