CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Curcio lascia la guida della Protezione civile, il grazie dell’Umbria

Perugia Cronaca e Attualità Foligno Spoleto Extra EVIDENZA2 Città

Curcio lascia la guida della Protezione civile, il grazie dell’Umbria

Redazione
Condividi

Curcio a Norcia con Errani e la presidente Marini

PERUGIA – Dopo due anni e mezzo, Fabrizio Curcio lascia “per motivi strettamente personali” la guida della Protezione civile. La decisione è stata comunicata da Curcio con una a lettera al premier Gentiloni. “Sono stati due anni e mezzo intensi – ha detto l’ex capo dipartimento -, complicati ed entusiasmanti insieme, due anni e mezzo che ho vissuto accanto a donne e uomini straordinari, che oggi voglio ringraziare anche pubblicamente, donne e uomini che quotidianamente vivono e rendono vivo, sempre operativo, sempre a servizio delle comunità e del territorio, il Dipartimento della protezione civile, una struttura incredibile alla quale auguro un grande in bocca al lupo per il futuro”.

Arriva Borrelli A capo della Protezione civile, il presidente del Consiglio ha nominato Angelo Borrelli, al quale sono arrivati immediatamente gli auguri di buon lavoro da parte del suo predecessore. Laureato in Economia e Commercio, è revisore contabile e dottore commercialista. Nel 2000 arriva alla presidenza del Consiglio dei Ministri, all’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile. Dal 2002 è dirigente del Dipartimento della Protezione Civile, prima con incarichi di prima fascia e, successivamente, da direttore generale, seguendo diverse emergenze tra cui il terremoto che ha colpito l’Abruzzo nel 2009, il sisma in Emilia nel 2012 e il terremoto del centro Italia nel 2016. Dal 2010 è vicecapo del Dipartimento e nel segno della continuità raggiunge oggi il vertice del Dipartimento della Protezione Civile.

Continuità “Ringrazio il presidente Gentiloni per la fiducia accordatami – queste le prime parole di Borrelli da capo della Protezione civile – assicuro che il Dipartimento opererà in continuità con il grande lavoro portato avanti da Fabrizio Curcio, al fianco del quale ho avuto l’onore di lavorare in tanti anni. Con lui abbiamo condiviso obiettivi, criticità e trovato soluzioni anche in momenti particolarmente delicati e con la stessa determinazione continueremo a gestire ogni attività che quotidianamente siano chiamati ad affrontare. La scelta di una figura interna al Dipartimento come nuovo capo non può che rappresentare un riconoscimento da parte del Governo e delle istituzioni del lavoro finora svolto”.

Il grazie dell’Umbria “Voglio ringraziare a nome mio, della giunta regionale e dell’intera comunità umbra, Fabrizio Curcio per il lavoro svolto in questi anni a Capo del Dipartimento della protezione civile, un lavoro fatto di professionalità ed abnegazione nell’affrontare le numerose criticità ed improntato sempre ad una leale collaborazione per il bene del Paese ed al fianco delle comunità colpite”. Così la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini. “Soprattutto in questi lunghi, difficili mesi che hanno caratterizzato il dopo terremoto nell’Italia centrale, lavorando al suo fianco ho potuto apprezzare la straordinaria capacità organizzativa e la profonda umanità come tratti salienti del suo instancabile impegno. Ad Angelo Borrelli – ha concluso la presidente – vanno i miei più sentiti auguri di buon lavoro”. “Fabrizio Curcio è un grande uomo e un grande professionista che ha saputo gestire in maniera esemplare una delle emergenze più complesse e difficili che l’Italia abbia mai dovuto affrontare”, a dichirarlo all’Ansa è il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno che per quasi un anno ha lavorato fianco a fianco con l’ormai ex capo della Protezione civile. “Curcio – ha sottolineato Alemanno – ha gestito questi mesi, oltre che con professionalità, anche con grande sobrietà e serenità, senza mai farsi prendere la mano, quando invece era facile farsela prendere, soprattutto perché all’emergenza si sono aggiunte altre emergenze. Penso alle nevicate record e agli incendi di questo periodo che stanno interessando tutto il Paese”. Per il sindaco di Norcia “la Protezione civile guidata da Curcio, nonostante le risorse sempre più esigue, ha saputo dare risposte efficaci alle emergenze”.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere