domenica 2 Ottobre 2022 - 18:29
16.5 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Coronavirus in Umbria, anticipo seconde dosi in via prioritaria agli estremamente vulnerabili

Completamento ciclo per turisti e umbri con prima dose fatta fuori regione: tutto dipende dalle forniture

PERUGIA – Sul versante delle vaccinazioni si cambia e saranno anticipate le seconde dosi in via prioritaria soltanto a soggetti estremamente vulnerabili. Lo ha deciso la Regione precisando che questo cambio è dovuto alla limitata fornitura di vaccini che si sta riscontrando a luglio. Fermo restando, chiaramente, il limite dei 21 giorni per Pfizer e 28 per Moderna da far trascorrere obbligatoriamente dalla prima somministrazione del vaccino, la Regione non chiude le porte alle altre categorie per l’anticipazione sulle secondi dosi. “Al momento – spiega una nota della Regione – sono stati gestiti coloro che l’hanno richiesta e l’avevano programmata fino al 21 luglio e andando avanti si estenderà in base al numero di dosi che saranno consegnate all’Umbria”.

Anticipazione Chi ha domandato l’anticipazione della seconda dose riceverà un sms con le indicazioni per prenotare lo spostamento tramite portale, mentre per chi non ne ha fatto richiesta, ma intende avanzarla, la procedura verrà resa disponibile nei prossimi giorni. Colo che dovevano completare il ciclo vaccina entro il 21 luglio hanno già ricevuto l’Sms» e «progressivamente verranno contattati i restanti richiedenti.

Turisti 
Aggiornamento anche per i turisti che si devono vaccinare in Umbria: loro saranno presi in carico ma la vaccinazione sarà possibile solo ce ci saranno le dosi disponibili. Per quanto riguarda gli umbri che hanno avuto la prima somministrazione fuori regione, compresi quelli che hanno aderito agli open day per le inoculazioni organizzati ad esempio a Roma, la Regione garantisce che riceveranno la seconda dose, organizzandola in base al tempo massimo possibile in relazione alle disponibilità di vaccino, anche se “in questo mese la programmazione – ha detto il commissario regionale per l’emergenza Covid, Massimo D’Angelo – vista la rimodulazione delle dosi consegnate dal governo centrale, è orientata solo per la somministrazione di seconde dosi e comunque si dovrà prima garantire chi ha fatto la prima dose in Umbria”.

Il quadro Continuano a essere libere da pazienti Covid, per il secondo giorno consecutivo, le terapie intensive dell’Umbria. Lo riporta lunedì 5 luglio il sito della Regione. Salgono invece da 11 a 12 i ricoverati totali. Nell’ultimo giorno sono stati accertati tre nuovi positivi e 13 guariti mentre rimangono stabili a 1.421 i deceduti. Gli attualmente positivi sono ora 674, dieci in meno di domenica. Sono stati processati 446 tamponi e 229 test antigenici, con un tasso di positività dello 0,4 per cento.

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]