CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Coronavirus, sale bingo e scommesse vincono il ricorso al Tar e riaprono

Cronaca e Attualità

Coronavirus, sale bingo e scommesse vincono il ricorso al Tar e riaprono

Redazione
Condividi

PERUGIA – Clamoroso. Sale bingo e sale scommesse riaprono. Lo ha deciso il Tar dell’Umbria accogliendo l’istanza presentata dalla società Nabucco srl. Il ricorso annulla la sospensione delle attività sancito dalla ordinanza della Regione “ed ogni altro provvedimento ad essa presupposto e conseguente, ancorché incognito, ivi compresi il verbale della seduta congiunta del Comitato tecnico scientifico regionale e del nucleo epidemiologico regionale del 18 ottobre 2020 nonché delle risultanze della riunione del Cru del 19 ottobre 2020, allo stato ignoti ma richiamati per relationem dalla suddetta ordinanza”.

Le sale bingo e scommesse riaprono dunque fino alle 21 di sera, con le dovute misure di sicurezza. L’istanza, si legge nella sentenza del Tara “evidenzia un pregiudizio grave ed irreparabile derivante dalla sospensione delle attività svolgentesi nelle sale giochi, scommesse e bingo, disposta dall’articolo 3 del provvedimento regionale impugnata”. In sostanza, viene contestata alla Regione la mancata verifica relativamente al rispetto delle misure di sicurezza.

Il 17 novembre ci sarà l’udienza collegiale, ma intanto la sospensiva annulla il provvedimento.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere