lunedì 27 Settembre 2021 - 09:52
14 C
Rome

Coronavirus, l’Umbria si prepara alla terza dose: il piano della Regione

Riguarderà le persone sottoposte a un trapianto, immunodepressi, ultraottantenni, anziani ricoverati nelle Rsa e operatori sanitari

PERUGIA – L’Umbria si prepara alla terza dose nella battaglia contro il Coronavirus. A comunicarlo è la Regione in una nota in cui si fa il punto sulle somministrazioni e si rinnova l’invito a vaccinarsi. In totale, secondo l’assessore alla Sanità Luca Coletto, dovrebbero essere circa 70 mila in Umbria le persone classificate come fragili, e quindi più esposte al virus. Cioè le persone sottoposte a un trapianto, immunodepressi, ultraottantenni, anziani ricoverati nelle Rsa e operatori sanitari.

La lettera

Inoltre, l’assessorato ha inviato una lettera ai direttori dei distretti sanitari per ribadire l’obbligo vaccinale a tutti i soggetti che entrano nelle Rsa a qualsiasi titolo, come previsto dal decreto legge 122 del 10 settembre. Nei giorni scorsi, il Comitato tecnico scientifico nazionale ha sottolineato che è ‘raccomandabile’ la terza dose “nei soggetti trapiantati, e, più in generale, in quelle categorie di soggetti connotati da significativa alterazione della funzionalità del sistema immunitario per cause legate alla patologia di base (ad esempio immunodeficienza comune variabile) o a trattamenti farmacologici determinanti marcata compromissione della risposta immunitaria”. Insomma, l’Umbria si prepara alla terza dose.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi