CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Coronavirus in Umbria, ancora sanzioni per le mancate distanze nei locali

Cronaca e Attualità Alta Umbria

Coronavirus in Umbria, ancora sanzioni per le mancate distanze nei locali

Redazione
Condividi
Due ragazze all'intero di un locale
Due ragazze all'intero di un locale

CITTÀ DI CASTELLO – La presenza di oltre 500 persone e il mancato rispetto di alcune delle misure previste dalla normativa anti-Covid, in particolare quella del distanziamento sociale, sono stati contestati da polizia e carabinieri in uno dei locali all’ aperto controllati nella zona di Città di Castello e di San Giustino. Il personale del commissariato di Città di Castello, della locale compagnia dei carabinieri e della polizia locale hanno accertato presso le casse ed i banconi diversi assembramenti di clienti che stavano facendo le ordinazioni senza che nessuno degli addetti imponesse il distanziamento previsto. E’ stata quindi comminata al gestore – riferisce la polizia – una sanzione amministrativa di circa 400 euro. I servizi coordinati da parte delle forze dell’ ordine sul rispetto della normativa anti-Covid continueranno anche per il prossimo futuro in tutto il circondario dell’ Alta Valle del Tevere. Ma multe, per lo stesso motivo, sono state fatte anche nel Perugino e nel Ternano.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere