domenica 20 Giugno 2021 - 11:03
20.8 C
Rome

Coronavirus in Umbria, l’Esercito avvia la campagna di vaccinazioni nelle zone del sisma

Vallo di Nera, insieme a Poggiodomo e Polino, è stato uno dei primi comuni a veder partire l'iniziativa

SPOLETO – A Vallo di Nera l’Esercito italiano ha somministrato dosi di vaccino Pfizer e Johnson & Johnson ai richiedenti nell’ambito della campagna di vaccinazioni anti-Covid riservata ai comuni facenti parte del cratere del sisma 2016. Una cinquantina i cittadini, nella fascia di età tra i 14 e i 65 anni, che ancora non avevano ricevuto il vaccino contro il coronavirus, ai quali sono state somministrate le dosi. Alcune persone impossibilitate a spostarsi sono state anche raggiunte al proprio domicilio.

Comuni Vallo di Nera, insieme a Poggiodomo e Polino, è stato uno dei primi comuni a veder partire l’iniziativa voluta dal Commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo e dalla Regione Umbria che hanno programmato una copertura di massa del vaccino in Valnerina e a Spoleto, allo scopo di rendere il territorio già colpito dal terremoto una zona più sicura da un punto di vista sanitario e turistico. Il Comune di Vallo di Nera ha collaborato mettendo a disposizione l’immobile, il proprio personale e una volontaria del servizio civile.

Collaborazione Nella mattinata di martedì il punto vaccinale è stato raggiunto dal generale Saverio Pirro e dal maggiore Magrini che hanno salutato il gruppo sanitario coordinato dal tenente Ruiu e si sono intrattenuti con il sindaco Agnese Benedetti e la popolazione presente. Accanto all’esercito erano presenti l’ambulanza e gli operatori della Croce Rossa italiana.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi