CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Coronavirus in Umbria, finiscono in quarantena medici e infermieri dell’ospedale di Foligno

EVIDENZA Foligno Spoleto

Coronavirus in Umbria, finiscono in quarantena medici e infermieri dell’ospedale di Foligno

Redazione
Condividi
L'ospedale di Foligno
L'ospedale di Foligno

FOLIGNO – Sono finiti in quarantena anche alcuni sanitari del pronto soccorso del San Giovanni Battista di Foligno. Sono medici e infermieri che a fine febbraio visitarono il cinquantenne di Bastia Umbria risultato poi positivo al Coronavirus e ora ricoverato a Perugia.

Richiesta L’uomo, secondo quanto riporta il quotidiano La Nazione nella sua edizione regionale e da Umbriajournal., si era presentato al Pronto soccorso chiedendo di essere visitato visto che, nonostante un ciclo di antibiotici, continuava ad avere febbre altissima. I sanitari avevano indossato per precauzione la mascherina ma non tutto l’abbigliamento di contenimento previsto dal protocollo perché l’uomo non proveniva da zona rossa, aveva fatto, invece, un viaggio di lavoro in Liguria, e accusava una sindrome influenzale ritenuta non troppo grave.

Tampone Per questo non era stato sottoposto a tampone. I medici lo avevano invece dimesso consigliando di indossare una mascherina in casa. Cosa che farà e questo, probabilmente, gli ha permesso di salvare il resto della famiglia che comunque, in via precauzionale, è stato messo in quarantena. Così come medici e infermieri presenti quel giorno al pronto soccorso, oltre agli amici più stretti. Ora l’uomo si trova ricoverato in terapia intensiva a Perugia.

Raccomandazione Le autorità sanitarie, raccomandano che con febbre o altri sintomi respiratori, è opportuno comunque rimanere isolati. Poi rivolgersi al proprio medico di famiglia o al numero verde regionale 800 636363 oppure al 118. In ogni caso non andare al Pronto soccorso. Le risposte a domande e dubbi su come comportasi le potate trovare in questa pagina online del Ministero della Salute.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere