mercoledì 8 Febbraio 2023 - 01:24
19.7 C
Rome

Coronavirus in Umbria, finalmente nessun paziente ricoverato in Terapia intensiva

I nuovi casi accertati nelle ultime 24 ore sono 369, in aumento rispetto agli ultimi giorni, con un più 34,9 per cento su base settimanale

PERUGIA – Dopo lutti e dolore, una giornata storica. Nessun paziente Covid risulta in Terapia intensiva in Umbria, secondo i dati della Regione aggiornati a sabato 10 settembre. I ricoverati sono 114, tre in meno nell’ ultimo giorno e sono tre i nuovi decessi registrati (2.084 in tutto, dall’ inizio della pandemia). I nuovi casi accertati nelle ultime 24 ore sono 369, in aumento rispetto agli ultimi giorni, con un più 34,9 per cento su base settimanale. I guariti sono 417 e gli attualmente positivi 2.754, in leggero calo. Sono stati analizzati 1.941 tamponi, tra molecolari e test antigenici, con un tasso di positività che risale al 19,01 per cento, rispetto al 16,8 di venerdì. Era 17,56 sabato della scorsa settimana.

Vaccini bivalenti

Nel frattempo, la Regione Umbria ha definito le modalità di prenotazione e somministrazione dei vaccini bivalenti Comirnaty (Pfizer) e Spikevax (Moderna) che hanno la capacità di indurre una risposta anticorpale maggiore di quella del vaccino monovalente originario sia nei confronti della variante Omicron BA.1 che delle varianti BA.4 e BA.5: AIFA, accogliendo il parere espresso dall’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA), ha approvato il loro utilizzo come dose di richiamo, nei soggetti di età superiore a 12 anni, che abbiano almeno completato un ciclo primario di vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19.

Original/Omicron BA.1

La formulazione bivalente Original/Omicron BA.1 dei due vaccini a m-RNA, Comirnaty e Spikevax, è raccomandata prioritariamente:
– per coloro che sono ancora in attesa di ricevere la seconda dose di richiamo, in base alle raccomandazioni e le tempistiche già previste per la stessa, includendo anche operatori sanitari, operatori e ospiti delle strutture residenziali per anziani e donne in gravidanza;
– per tutti i soggetti di età uguale o superiore a 12 anni ancora in attesa di ricevere la prima dose di richiamo, indipendentemente dal vaccino utilizzato per il completamento del ciclo primario, con le tempistiche già previste per la stessa.

Numeri

Nella nostra regione la popolazione potenziale è di 229.935 soggetti di cui 26.224 sono soggetti fragili. Gli over 60 con ciclo primario sono 203.711 dei quali 171.982 devono fare la quarta dose. L’organizzazione regionale opera con le stesse modalità adottate finora. Nei Punti vaccinali ospedalieri viene somministrato il vaccino per il personale del SSR e per i soggetti fragili seguiti dai centri ospedalieri. Tutti i cittadini aventi diritto possono prenotarsi tramite portale https://vaccinocovid.regione.umbria.it/ e ricevere il vaccino nei Punti vaccinali territoriali.

Le date

Le prenotazioni per i nuovi vaccini sono possibili da martedì 13 settembre e le prime somministrazioni avverranno da giovedì 15 settembre. La prossima settimana è in programma l’incontro per perfezionare l’accordo con le farmacie, a cui potranno recarsi tutti i cittadini tranne i soggetti fragili. La settimana successiva verranno perfezionate le modalità organizzative con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta per la vaccinazione presso i loro studi e a domicilio. Le consegne dei vaccini sono le seguenti: Pfizer (Comirnaty): 66.240 il 9 settembre e ne arriveranno altre 66240 la prossima settimana Moderna (Spikevax): 12.600 il 13 settembre e altre 12.600 la settimana successiva. Per entrambi i vaccini sono previste consegne con cadenza settimanale.

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]