domenica 28 Novembre 2021 - 18:04
6.9 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Coronavirus in Umbria, 67 guariti e 80 casi ma ci sono due decessi: lieve incremento dei ricoveri

PERUGIA – Sono 80 i nuovi casi di Coronavirus in Umbria registrati nelle ultime 24 ore: l’aggiornamento della Regione è di giovedì 18 novembre. Il dato è relativo a 10.916 tamponi presi in esame, 2.393 tamponi molecolari (totale 1.220.767) e 8.523 antigenici (totale 1.130.123), per una percentuale di positivi pari allo 0,73% (mercoledì 17 novembre era stata dello 0,99%). Le guarigioni riscontrate nello stesso arco temporale sono state 67 (totale 63.509). Si registrano purtroppo due ulteriori decessi, relativi ai territori di Assisi e Magione, per un totale che sale a 1.476. In base a tali numeri, gli attuali positivi al virus in Umbria sono 1.576 (+11). Dall’inizio dell’epidemia sono state riscontrate 66.561 positività (+80). Alla mattinata di giovedì le persone affette dal virus ricoverate negli ospedali umbri sono 47 (+2) di cui 7 (+1) in terapia intensiva.

Vaccinazioni

Alle ore 8 di giovedì 18 novembre risultano somministrate 1.317.485 dosi di vaccino in Umbria (+600, erano 1.316.885 alle ore 8 di mercoledì 17 novembre), pari all’89,67% delle dosi disponibili (1.469.324). Ciclo vaccinale completo per 679.102 persone (+366), pari all’84,07% della popolazione avente diritto. Prima dose per 691.188 soggetti (+241) pari all’85,60% della popolazione avente diritto. Terza dose per 68.743 soggetti (+2.126), pari al 8,53% della popolazione avente diritto.

Il quadro settimanale

Nella settimana tra il 10 e il 16 novembre sono diminuiti del 13,5 per cento in Umbria i nuovi casi di Covid rispetto a quella precedente in base al monitoraggio della fondazione indipendente Gimbe. Che registra comunque un peggioramento per i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti (178).  Sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica (6%) e in terapia intensiva (6%) occupati da pazienti Covid. In base sempre al monitoraggio il tasso di copertura vaccinale con dose booster è del 55,2% (contro una media Italia 53,3%) e quello con dose aggiuntiva è del 100,0% (59,6% nel Paese).

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi