lunedì 27 Settembre 2021 - 09:47
14 C
Rome

Coronavirus, Green Pass dal 5 agosto per ristoranti al chiuso, spettacoli e sport. Cambio di colore, conteranno i ricoveri

Le misure più importanti varate dalla presidenza del Consiglio per contrastare l'impennata di contagi, ovviamente continuando ad implementare la campagna vaccinale.

ROMA– Green Pass dal 5 agosto. Per tutti i grandi eventi al chiuso e nei tavoli al chiuso per bar e ristoranti. Questa la misura più importante varata dalla presidenza del Consiglio per contrastare l’impennata di contagi, ovviamente continuando ad implementare la campagna vaccinale.

Cambiano i parametri per definire i colori delle regioni. Zona gialla: la soglia viene fissata al 10% per le terapie intensive e al 15% per le ospedalizzazioni.  Le Regioni avevano chiesto il 20% di terapie intensive, il Cts aveva dato orientamento per una soglia del 5%.

Zona arancione: terapie intensive al 20% e al 30% per le aree mediche per diventare arancioni Zona rossa: Terapie intensive e ospedalizzazioni rispettivamente al 30 e al 40% per entrare in zona rossa.

Ecco le misure nel dettaglio.

Green pass

Il green pass dovrebbe essere dunque essere esibito al bar e al ristorante per sedersi, se la consumazione avverrà all’interno del locale. Servirà anche per l’accesso a teatri e cinema. Non all’aperto né tantomeno al bancone.

Discoteche

Le discoteche resteranno chiuse. Nessun accesso, dunque, neanche per i possessori di Green pass.

Palestre, cinema, teatri e musei

Anche per andare ad allenarsi in palestra, per guardare un film al cinema, assistere a uno spettacolo in teatro o visitare una mostra o un museo servirà il Green Pass a partire dal 5 agosto. Ok al Certificato verde anche per piscine, centri termali e fiere.

Stadi e concerti

Negli stadi e ai concerti solo con green pass. Quanto alle soglie di riempimento, si va  tra il 25 e il 30% al chiuso e tra il 30% e il 50% all’aperto.

Treni, aerei, bus e obbligo vaccinale fuori dal dl

Nel decreto legge anti-Covid non dovrebbero esserci norme sull’uso del Green Pass per accedere ai mezzi di trasporto, né quelli di lunga percorrenza – come aerei, treni, navi – né quello pubblico locale come gli autobus, i tram e le metropolitane. Un tema che però, spiegano dalla cabina di regia, “dovrà essere affrontato a stretto giro”, forse già la prossima settimana, anche se la novità potrebbe essere introdotta a settembre. Nel decreto non ci sarà nemmeno l’obbligo di vaccinazione per i docenti e i dipendenti della scuola.

Tamponi gratis o calmierati

Tra le ipotesi allo studio del governo c’è quella di rendere gratuiti o calmierare i prezzi dei tamponi per gli under 18 che sono ancora in ritardo sui vaccini visto che la campagna nazionale ha dato priorità alle fasce anagrafiche più a rischio e per tutte quelle persone che per comprovate ragioni mediche (allergie, altre patologie) non possono vaccinarsi.

La mini-quarantena

Si sta pensando ad una quarantena ridotta a cinque giorni per chi ha il Green Pass ed entra in contatto con un positivo. Nulla cambierebbe invece se ci si ricontagia o ci si infetta nonostante il vaccino.

Proroga dello stato di emergenza

Come previsto, il Governo ha deciso di prorogare lo stato di emergenza fino al 31 dicembre 2021.

 

 

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi