CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Coronavirus, disegni dei bimbi delle scuole di infanzia di Perugia donati all’ospedale

Perugia Cronaca e Attualità

Coronavirus, disegni dei bimbi delle scuole di infanzia di Perugia donati all’ospedale

Redazione
Condividi
Alcuni disegni dei bimbi
Alcuni disegni dei bimbi

PERUGIA – Una rappresentanza di insegnanti delle scuole dell’infanzia dell’Istituto Comprensivo Perugia 15 hanno consegnato martedì mattina all’Ospedale di Perugia una serie di elaborati, realizzati da oltre 300 bambini di età compresa tra 3 e 6 anni delle scuole di Ramazzano, Solfagnano, Ponte Pattoli, Piccione e Fratticiola Selvatica, durante il periodo del lockdown.

Famiglia Si tratta di disegni e di un video messaggio che raccontano come è stato vissuto in famiglia il “tempo sospeso” del Covid-19: “L’elaborato vuole testimoniare il grazie dei nostri bambini al personale sanitario – ha sottolineato la dirigente scolastica Nadia Riccini-. Il merito di questi piccoli capolavori va anche alle nostre insegnanti bravissime nel mettere a proprio agio bambini così piccoli e far comprendere loro l’importanza di chi ha coraggiosamente dedicato il proprio tempo a combattere il coronavirus, accostando medici e infermieri a coraggiosi personaggi dei fumetti”.

Ringraziamenti Il commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, Antonio Onnis, nei saluti di ringraziamento ha evidenziato le capacità delle docenti di: “Compattare durante la pandemia le famiglie, svolgendo un’opera di crescita educativa dei bambini, valorizzando proprio il periodo di crisi. I disegni non finiranno in un cassetto – ha assicurato Onnis – ma resteranno perennemente nella memoria degli operatori sanitari e dei cittadini che arriveranno in ospedale, perché saranno esposti, come testimonianza tangibile di un periodo difficile dove ciascuno è stato chiamato a mettersi a disposizione degli altri”. E’ stato anche concordato che medici ed infermieri parteciperanno ad una iniziativa di ringraziamento ai piccoli artisti durante una videoconferenza in programma nei prossimi giorni. Il progetto didattico è stato coordinato dalle insegnanti Silvia Verzilli, Viviana Geri, Enrica Bartocci, Emanuela Bocchini, Ylenia Montanari e Elisa Falorni.