sabato 19 Giugno 2021 - 00:16
31.9 C
Rome

Coronavirus, continua la discesa in Umbria: solo 24 nuovi positivi: “La zona bianca è vicina”

L'aggiornamento della Regione segnala un buon andamento sul fronte della vaccinazione

PERUGIA -Sono stati 24 i nuovi positivi al Covid registrati in Umbria nell’ultimo giorno a fronte di 102 guariti. Emerge dai dati sul sito della Regione. C’è però un nuovo morto, 1.393 dall’inizio della pandemia.

Gli attualmente positivi sono ora 1.695, 79 in meno di mercoledì.  Sono stati analizzati 2.205 tamponi e 3.632 test antigenici.  Il tasso di positività totale scende allo 0,41 per cento contro lo 0,57 del giorno precedente. Stabili i ricoverati in ospedale, 89, dieci dei quali nelle terapie intensive, uno in meno di mercoledi.

Discesa. Continua in Umbria la discesa “in maniera più repentina di prima” della curva epidemiologica legata al Covid “con tutti gli indicatori che confortano”: ad annunciarlo sono stati Carla Bietta e Marco Cristofori del nucleo epidemiologico regionale durante l’aggiornamento settimanale sull’andamento dell’epidemia.
Gli esperti hanno sottolineato il “buon andamento” dell’indice Rt, 0,57, con media mobile calcolata a 7 giorni (il dato italiano è a 0,67).

 In Umbria – è stato sottolineato – anche la situazione dell’incidenza è “buona” con la riduzione sotto i 50 casi Covid per 100 mila abitanti (media regionale 31,49). “Un’incidenza al di sotto dei casi che si avevano il 1 ottobre, prima dell’inizio della seconda ondata”, hanno spiegato gli epidemiologi.

    Una situazione quindi “in netto miglioramento” con una “coerente e attesa discesa dei contagi in tutte le fasce di età” e con la riduzione “più energica” anche per ricoveri ordinari, terapie intensive e decessi.

Vaccini. Sono 490.466 le dosi di vaccino anticovid somministrate in Umbria alla data di oggi 27 maggio.  Dei vaccinati in 167.766 hanno completato il ciclo di vaccinazione, mentre altri 331.148 hanno ricevuto la prima dose.

L’Umbria su nove fasce di età per vaccinazioni tra le Regioni italiane è ai primissimi posti per 6 fasce.

Dal 28 maggio oltre alle fasce già prenotate o per le quali è stata aperta l’adesione, saranno aperte le adesioni per la popolazione di età compresa tra 30 e 39 anni (in Umbria sono 70.031).  Dal 31 maggio invece, al via le adesioni per i più giovani, ovvero coloro che hanno tra i 16 e i 29 anni.

Si può riassumere così quanto è emerso nel corso della conferenza stampa di aggiornamento settimanale sull’andamento della situazione epidemiologica in Umbria tenuta dall’assessore regionale alla Salute e al Welfare, Luca Coletto, insieme al direttore regionale alla Salute, Massimo Braganti. Presenti i dottori Carla Bietta e Mauro Cristofori del Nucleo epidemiologico regionale, gli amministratori unici di Umbria Digitale e Umbria Salute, Fortunato Bianconi e Giancarlo Bizzarri.

“I numeri ci confermano che la zona bianca è vicina – ha detto l’assessore Coletto – l’auspicio è che presto si realizzi questa nuova fase, in modo da far ripartire al più presto anche a pieno ritmo le attività produttive. Per combattere il covid sappiamo tutti che i vaccini sono fondamentali, ma allo studio c’è anche un farmaco che può essere somministrato all’inizio dell’insorgenza della patologia per cinque giorni. Come abbiamo sempre detto – ha aggiunto l’assessore – il covid si combatte in maniera integrata quindi con distanziamento, mascherina, vaccini e anche cure domiciliari”.

Il direttore Braganti ha reso noto che è stato definito “l’accordo con i medici di medicina generale e i farmacisti per incentivare la campagna vaccinale, così com’è stata avviata l’interlocuzione con vari insediamenti produttivi per incentivare la somministrazione del vaccino nei luoghi di lavoro. Il limite- ha concluso Braganti – rimane nella disponibilità del vaccino”.

 

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi