CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Coronavirus, a Foligno Zuccarini sospende la sosta a disco orario e spegne i parcometri

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto

Coronavirus, a Foligno Zuccarini sospende la sosta a disco orario e spegne i parcometri

Redazione
Condividi
Stefano Zuccarini
Stefano Zuccarini

FOLIGNO – Disattivati i parcometri e sospesa la sosta a disco orario, ma anche differiti i canoni di locazione per i commercianti e i pagamenti per i servizi scolastici di gennaio e febbraio. Questi gli ultimi provvedimenti varati giunta comunale di Foligno, guidata dal sindaco Stefano Zuccarini, per contenere l’impatto economico dell’emergenza Covid-19.

Scelta “Consentiamo la sosta dei mezzi senza alcun pagamento in tutte quelle aree di parcheggio di superficie e gestite in proprio dal Comune di Foligno che rientrano nel perimetro delle “mura urbiche”, dove la sosta è consentita subordinatamente al pagamento delle tariffe orarie” ha detto il sindaco, sottolineando che “la scelta è legata al massimo rispetto delle normative relative al contenimento dell’emergenza Coronavirus, onde evitare gli spostamenti dovuti all’aggiornamento del disco orario e del versamento per il pagamento dei ticket di sosta». In una nota del Comune di Foligno, comunque, si ribadisce che «restano attive le telecamere di controllo dell’accesso alla Zona a traffico limitato, così come le fasce orarie già previste sino a giugno”.

Altri provvedimenti Nella sua ultima seduta di giunta, invece, è scattato lo slittamento dei termini di pagamento per alcune entrate. In particolare, è stato “differito al 30 giugno il versamento dei canoni di locazione e concessione (per gli immobili di proprietà comunale) maturati nei mesi di aprile e maggio 2020 per gli operatori economici, che rientrano tra le attività comprese nei decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri (11 marzo e 22 marzo 2020), rimasti chiusi nel periodo dell’emergenza sanitaria”, ha reso noto l’assessore Elisabetta Ugolinelli, mentre “è stato spostato al 31 maggio il pagamento delle rette dei nidi e del servizio di ristorazione scolastica, relativamente ai mesi di gennaio e febbraio, in scadenza il 30 aprile” ha aggiunto l’assessore Paola De Bonis.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere