CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Coronavirus in Umbria, 6 nuovi casi: a Terni positivi mamma e neonato di 15 giorni

EVIDENZA Perugia Terni

Coronavirus in Umbria, 6 nuovi casi: a Terni positivi mamma e neonato di 15 giorni

Redazione
Condividi
Un laboratorio medico
Un laboratorio medico

PERUGIA – Sono sei, contro l’uno di ieri, i nuovi casi di coronavirus registrati in Umbria nell’ultimo giorno, ora 1.472 complessivamente. Che fanno passare da 23 a 29 gli attualmente positivi. Emerge dai dati aggiornati sul sito della Regione. Passano da sei a sette anche i ricoverati in ospedale, nessuno in terapia intensiva. Stabile il numero dei guariti, 1.363, e quello dei deceduti, 80. Nell’ultimo giorno sono stati eseguiti 888 tamponi, 121.784 in totale.

Madre e figlia A Terni i due positivi sono relative ad una mamma di nazionalità straniera ed al figlio, di appena 15 giorni di vita: entrambi residenti a Terni, sono entrambi ricoverati all’ospedale ‘Santa Maria della Misericordia’ di Perugia. Un altro caso si registra a Spoleto, di una donna tornata da una vacanza nelle Marche. Le tre nuove positività a Passignano sul Trasimeno sono collegate a quella della giornata di venerdì.

Lo stop l sindaco di Passignano sul Trasimeno ha emesso un’ordinanza sindacale valida fino al 16 agosto che “sospende, con decorrenza immediata, sia all’interno che all’esterno di attività di pubblico esercizio, eventi di qualsivoglia natura che possano creare assembramenti, incluse feste e cerimonie private e gli intrattenimenti musicali”.

Ai gestori Si raccomanda “ai gestori di tutte le attività di rafforzare i controlli di vigilanza all’interno e all’esterno degli stessi al fine di evitare il formarsi di assembramenti, anche in numero ridotto” invitando “l’utenza al rispetto del distanziamento sociale e ad indossare la mascherina anche all’esterno in maniera corretta”. Il sindaco chiede “massima responsabilità da parte di tutti nell’adottare comportamenti adeguati. Se in queste ore riusciremo ad isolare le possibilità di trasmissione del virus , grazie alla collaborazione delle 4 persone contagiate e delle persone in isolamento, che devono rispettare le indicazioni avute, ne usciremo prima possibile”.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere