CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Corciano Festival, un 2018 di successo che premia gli organizzatori

Perugia Cultura e Spettacolo Varie Trasimeno Extra Città

Corciano Festival, un 2018 di successo che premia gli organizzatori

Redazione cultura
Condividi

foto di Giancarlo Belfiore

CORCIANO – Si chiude con successo la 54esima edizione del Corciano Festival che ha visto scendere il sipario ieri (15 agosto) con il tradizionale concerto di chiusura della Corciano Festival Orchestra, quest’anno dedicato a Gioacchino Rossini nel 150esimo della sua scomparsa.

“Siamo più che soddisfatti dell’ottima riuscita di questa edizione -spiega il presidente della ProLoco Antonio PaganaIl pubblico ha risposto ottimamente vivendo ogni sera il borgo e partecipando in gran numero agli appuntamenti. È doveroso ringraziare il Comune e il prezioso, volontario contributo degli abitanti di Corciano; la buona cooperazione tra enti e associazioni è il tratto distintivo della kermesse che matura anno dopo anno”.

“Il Corciano Festival è il diamante nel panorama delle manifestazioni corcianesi –aggiunge Lorenzo Spurio Passamonti consigliere comunale di Corciano- Lavoreremo ancora, certi del sostegno sempre maggiore da parte del Comune e della Regione, per conservare e alimentare l’alta qualità del Festival e consolidarlo tra i maggiori eventi umbri”.

Nei dodici giorni di manifestazione sono andati in scena quaranta eventi tra concerti, mostre d’arte e artigianato, spettacoli teatrali, presentazioni di libri, convegni, giochi medievali, serate enogastronomiche e rievocazioni storiche in un connubio di tradizione, arte e cultura del territorio in tutte le sue forme. Positivo anche l’aumento di presenze rispetto al 2017, che ha visto un buon incremento di visitatori provenienti da tutta Italia e dall’estero. Particolare successo è stato riscontrato per la sezione musicale, ogni sera da tutto esaurito’; tra gli altri si sono esibiti il virtuoso trombettista americano Allen Vizzutti, David e Chiara Riondino, Ramberto Ciammarughi ed Eugenio Allegri e giovani talenti umbri. Straordinaria anche quest’anno la qualità della Corciano Festival Orchestra, diretta dai Maestri Andrea Franceschelli e Alessandro Celardi. Entusiasmo anche lo spazio riservato al teatro con Maurizio Schmidt, regista di “Sketches & Short Plays”, che ha accompagnato la platea attraverso i meandri dell’atelier immaginario di Harold Pinter, e con il giovane gruppo teatrale umbro Regalmente ma non troppo. Buona la presenza agli incontri letterari curati dal giornalista Giovanni Dozzini, che hanno visto protagonisti il finalista del Premio Strega 2018 Carlo D’Amicis, l’americanista e traduttore Luca Briasco, Alvaro Fiorucci, Paola Buzzetti e il progetto originale dedicato alle due parole ‘Migranti’ e ‘Umbria’ che ha coinvolto undici scrittori umbri in una serata di dialoghi, letture e racconti. Più che positiva l’affluenza alle mostre “Communitas et homines insignis oppidi curtiani. Il Corteo storico del Gonfalone: 50 anni in 50 immagini”, “L’Italia di mezzo. La Cartografia storica del centro Italia dal XVI al XIX secolo” (fino al 16 settembre nella Chiesa-Museo di San Francesco) e “Incontri tra culture” di Pietro Marchioni. Ideale l’intuizione del percorso espositivo “Tra Arti e Mestieri”, composto da botteghe di arti e artigianato che ha arricchito il borgo con vivacità e colori.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere