CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Corciano Festival, oggi l’omaggio di David Riondino a Fabrizio De Andrè

Eventi Cultura e Spettacolo Trasimeno Città

Corciano Festival, oggi l’omaggio di David Riondino a Fabrizio De Andrè

Redazione cultura
Condividi

foto di Giancarlo Belfiore

CORCIANO – Prosegue il programma del Corciano Festival, in scena nel borgo umbro fino al prossimo 15 agosto. Oggi (12 agosto) il cartellone prenderà il via alle ore 18 alla sala del Consiglio Comunale con presentazione di “Nicolò Piccinino. Storia di un capitano di ventura. Dal castello di Caligiana al sogno del Ducato di Milano” (ed. Soprintendenza Archivistica dell’Umbria e delle Marche, 2018), libro di Luciano Taborchi. Con l’autore intervengono Alessandra Tiroli (storico dell’arte) e Mario Squadroni (Università di Perugia). Alle 19 apertura dell’Hostaria e il dj set The sound of the sunset con dj Sesè & dj Riccardo Giangreco al Giardini del Torrione.

david_riondino

Due gli appuntamenti serali alle ore 21.30: “La buona novella” in piazza Coragino, con David Riondino e Chiara Riondino voci soliste, Fabio Battistelli al clarinetto, Alessandro Giacchero al pianoforte, Milco Merloni al contrabbasso, Mauro Giorgeschi alla batteria, Coro e Corciano Festival Orchestra diretti da Andrea Franceschelli. Sul palco una tra le più significative e importanti raccolta di racconti in versi di Fabrizio De André, uscita nel 1970, rielaborata e interpretata per banda, due voci e coro. La Filarmonica G. Puccini, l’Ensemble corale degli Illuminati insieme ai solisti, con questa interpretazione hanno voluto rendere omaggio al De André rivoluzionario, alle prese con un tema spirituale tratto dai Vangeli Apocrifi, gesto che all’epoca fu oggetto di molte polemiche. L’elaborazione della partitura musicale è stata affidata a Marco Pontini. Il progetto è stato ideato da David Riondino con la collaborazione di Fabio Battistelli. L’album originale viene riprodotto in ogni sua parte (Ingresso a pagamento, info e prenotazioni 075 5188255/260). Al chiostro comunale sarà invece la volta di un progetto originale del Corciano Festival “Migranti e ‘Umbria”. Giovanni Dozzini, curatore della sezione letteraria del Festival, ha chiesto ad alcuni tra i migliori narratori umbri di scrivere un racconto ispirato a queste due parole chiave, all’idea di sradicamento e smarrimento intesi nel senso più ampio possibile. Il risultato è stato sorprendente e durante la serata si dibatterà su questi temi e sul ruolo della letteratura, tra testimonianza e stimolo, rispetto alla società e alle sue dinamiche, e saranno proposte delle letture di stralci dei racconti, che confluiranno in un’antologia intitolata “Lontano da casa”. Partecipano: Gianni Agostinelli, Roberto Contu Giovanni Dozzini, Pasquale Guerra Nicola Mariuccini, Riccardo Meozzi Giovanni Pannacci, Pierpaolo Peroni, Eugenio Raspi, Paola Rondini, Sergio Rossi, Chiara Santilli, Antonio Senatore e Caterina Venturini. A concludere la serata (ore 22.30) sarà il format “Spazio ai giovani… sulla strada del successo” e il gruppo NUR.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo