CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Controlli a Terni e Orvieto, fermati spacciatore e afghano violento

Cronaca e Attualità Terni Narni Orvieto Amelia Extra

Controlli a Terni e Orvieto, fermati spacciatore e afghano violento

Redazione
Condividi

TERNI – Controlli serrati interforze da mercoledì a sabato: Polizia di Stato, con Volante, Mobile e divisione amministrativa in azione; insieme a Polizia Ferroviaria, il Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche di Perugia e unità cinofile della scuola di Nettuno della Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza e la Polizia locale

L’attività ha riguardato i centri di aggregazione giovanile, come i parchi e le vie del centro storico durante le ore serali e notturne, la stazione ferroviaria e zone limitrofe, con particolare attenzione ai passeggeri provenienti da Roma e da Foligno, l’area del Foro Boario, quest’ultima bonificata da materiali ingombranti usati dalle ragazze che si prostituiscono nella zona e i locali pubblici, in particolare quelli frequentati da stranieri. Nel mirino in particolare lo spaccio di droga, il pendolarismo criminale, l’immigrazione clandestina, il degrado urbano e anche le violazioni amministrative, su disposizione del prefetto Paolo De Biagi.

Durante i controlli, che hanno visto identificate 178 persone  e coinvolto 85 autoveicoli, 19 locali pubblici, con 3 posti di controllo, grazie al fiuto dei cani antidroga Enduro e Neki, è stato individuato un cestino nascosto in piazza Meridiana a Terni, che conteneva 8 involucri di hashish del peso di 30 grammi. Del pacchetto si era appena disfatto un giovane ternano, denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio. Fermati poi quattro stranieri irregolari, ritirata la patente ad un diciannovenne trovato in stato psicofisico alterato per aver assunto droga. Inoltre un veicolo è stato sottoposto a sequestro amministrativo.

Arrestato afghano C’è voluto invece l’uso dello spay urticante al peperoncino, per fermare un cittadino afghano che gli agenti del Commissariato di Orvieto hanno fatto scendere dal treno perché aveva dato in escandescenze.. L’uomo, in forte stato di agitazione psicofisica, urlando frasi senza senso, appena sceso dal treno, si è scagliato contro i poliziotti che cercavano di riportarlo alla calma e afferrando una bottiglia di birra da un cestino di rifiuti, dopo averla rotta, l’ha brandita minacciosamente contro di loro, cercando di ferirli. A quel punto, si è reso necessario l’intervento con dello spray urticante, che lo ha stordito momentaneamente, permettendo agli agenti di “disarmarlo” e di chiamare il 118. Il giovane, risultato sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e completamente sprovvisto di documenti, dopo le cure del caso, è stato arrestato  per resistenza aggravata ed è in attesa di essere giudicato per direttissima.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere