domenica 24 Ottobre 2021 - 11:22
9 C
Rome

Conte in Umbria: “Italia dimostri di saper spendere bene. Obbligo vaccinale extrema ratio”

Il leader del M5S ed ex presidente del Consiglio ha preso parte a due incontri elettorali in Umbria. Ad Assisi, a sostegno dei candidati grillini che appoggiano la sindaca uscente Proietti, a Città di Castello per quelli di Luciana Bassini.

ASSISI – Giuseppe Conte, leader del M5S ed ex presidente del Consiglio ha preso parte a due incontri elettorali in Umbria. Ad Assisi, a sostegno dei candidati grillini che appoggiano la sindaca uscente Proietti, a Città di Castello per quelli di Luciana Bassini.

Ma ovviamente si è parlato sopratutto di temi nazionali. Prima di tutto vaccino e green pass:”Ho detto sempre che l’obbligo vaccinale è stata una scelta che non è stata fatta all’inizio e di cui sono sempre convinto. Ritengo sia proprio una extrema ratio” Per Conte “con il Green pass si procede in una logica di libertà e di responsabilità”.

Il Pnrr. Poi il recovery fund: “Dobbiamo saper progettare per il Paese un futuro migliore, oggi abbiamo concretamente la possibilità di farlo Abbiamo una dote finanziaria che il Paese non ha mai avuto prima, dal secondo dopoguerra a oggi”. “Quando iniziammo questa battaglia con il M5s – ha detto ancora l’ex premier – non confidavo affatto di vincerla, ma non potevo non affrontarla. Abbiamo ottenuto che tutti i Paesi europeo si indebitassero per la prima volta nella storia, riconoscendo un destino comune. Immaginate – ha concluso Conte – se in Italia ci fossero state politiche sovraniste, dove saremmo andati a finire”.

“I soldi adesso ci sono, ma attenzione l’Italia tradizionalmente non ha mai espresso una capacità di spesa. Se poi ci riferiamo ai fondi europei è meglio non parlarne”: così Giuseppe Conte ha parlato dei 230 miliardi che arriveranno in Italia con il Pnrr. Sottolineando che “questi soldi li dobbiamo spendere per sostenere il tessuto produttivo, le piccole e medie imprese ed evitare che vadano a concentrarsi nelle grandi capitali finanziarie che sempre si sono arricchiti in Italia”.
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi