CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Conte a monsignor Bassetti: “A breve ordinanza per le chiese terremotate”

EVIDENZA Cronaca e Attualità Foligno Spoleto Extra

Conte a monsignor Bassetti: “A breve ordinanza per le chiese terremotate”

Redazione
Condividi

ROMA – “In una decina di giorni sarà approvata l’ordinanza attuativa per il secondo piano di ristrutturazione dei beni culturali: l’ha assicurato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, partecipando oggi presso la sede della Cei a una riunione con i vescovi delle diocesi terremotate del Centro Italia”. A riferirlo è una nota del Cei, guidato dal cardinale Gualtiero Bassetti, a margine dell’incontro di lunedì a Roma tra i vescovi delle diocesi terremotate e il presidente del consiglio Giuseppe Conte, da cui emerge anche che l’ordinanza “ha una copertura di 300 milioni di euro; fisserà le modalità per l’avvio della ricostruzione di circa 600 chiese – a fronte delle 3 mila danneggiate dal sisma – individuate da un anno e mezzo secondo criteri di priorità stabiliti dalle diocesi con il coinvolgimento delle Regioni e dei Comuni”.

L’impegno Nell’ambito dell’incontro, i vescovi guidati dal cardinale Bassetti hanno messo sul tavolo del premier Conte “le istanze delle comunità locali e la loro sofferenza, a fronte di uno Stato percepito come lontano o comunque in ritardo nel processo di ricostruzione. Al presidente del Consiglio è stato condiviso anche il disagio legato a un impianto legislativo stratificato nel corso del tempo e appesantito dai tempi della burocrazia”, ma anche evidenziando che “le chiese costituiscono, oltreché un luogo di culto, un essenziale riferimento aggregativo a servizio del bene comune: riaprirle diventa risposta al senso di sfiducia e di solitudine, nonché via imprescindibile per rilanciare la presenza turistica”.

Lettera Sul  terremoto, inoltre, ha scritto a Conte il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, sollecitando un suo intervento e rilevando la “assoluta necessità di approvare degli emendamenti sul sisma, richiesti dalle Regioni, per accelerare la ricostruzione, a fronte di notizie che evidenziano il loro pressoché totale non accoglimento, da parte del Governo, nello Sblocca cantieri”. Ceriscioli nella lettera ricorda l’incontro a Norcia del 20 maggio, nel quale il premier si era “impegnato con i presidenti di Regioni e Province e i Sindaci ad accelerare il più possibile le attività di ricostruzione nelle zone colpite dal sisma”, e l’esame del decreto legge n.32 calendarizzato per martedì.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere