CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Consiglio regionale, semaforo verde al Bilancio consolidato della Regione

Perugia Terni Politica

Consiglio regionale, semaforo verde al Bilancio consolidato della Regione

Redazione politica
Condividi

L'aula del consiglio regionale

PERUGIA – Mercoledì mattina il consiglio regionale ha approvato, con gli 11 voti favorevoli dei consiglieri di maggioranza e i 6 voti contrari dell’opposizione (Lega, M5s, misto-RP-IC, misto Umbrianext e misto Fiorini per l’Umbria), il Bilancio consolidato 2018 della Regione Umbria, che contiene le consistenze patrimoniali e finanziarie del gruppo di società partecipate ed enti che fanno capo alla Regione stessa, in adempimento al Decreto legislativo 118/2011.

Documento Si tratta di un documento contabile, a carattere consuntivo, di natura esclusivamente tecnica che fotografa il risultato economico e patrimoniale del cosiddetto “Gruppo Amministrazione pubblica”, composto da: Regione, enti strumentali, società partecipate, con lo scopo di fornire uno strumento informativo dei dati economici e patrimoniali del Gruppo, inteso come unica entità, distinta dalle singole società o enti che lo compongono.

Nel particolare Nello specifico del Gruppo amministrazione pubblica della Regione Umbria – riferisce una nota dell’ente – fanno parte: Umbria Tpl, Umbria digitale, Sviluppumbria, Parco tecnologico alimentare, Ater, Adisu, Arpa, Agenzia forestale, Aur, Cpo, Umbraflor, Arpal, Gepafin, Consorzio Suap (Villa Umbra). Il processo di consolidamento è stato realizzato analizzando i singoli bilanci d’esercizio dei componenti il gruppo e riconciliando saldi contabili e allineamento delle poste non coincidenti per via delle differenti modalità di contabilizzazione.

Risultato Il risultato del bilancio consolidato dell’esercizio 2018 evidenzia un utile pari a 61milioni e 784mila euro, nel 2017 era di 35milioni di euro. L’incremento è sostanzialmente riconducibile alle risultanze reddituali della Regione. Il Collegio dei revisori ha espresso parere favorevole, rilevando la corrispondenza a quanto previsto dalla legge, la corretta determinazione dell’area di consolidamento e il rispetto del principio della rappresentazione veritiera e corretta della reale consistenza economico-patrimoniale e finanziaria dell’intero Gruppo amministrazione pubblica.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere