CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Congresso Pd, dal Trasimeno ‘spaccato’ esce la candidatura di Torrini

Alta Umbria Politica

Congresso Pd, dal Trasimeno ‘spaccato’ esce la candidatura di Torrini

Redazione politica
Condividi

Alessandro Torrini

CASTIGLIONE DEL LAGO – Quando c’è bagarre, il Trasimeno non può mancare. E così in un partito ancora forte di consensi ma diviso tra vecchi rancori e nuove ambizioni esce la candidatura a segretario regionale di una vecchia conoscenza come Alessandro Torrini. Il dirigente d’azienda, già segretario anni fa della federazione lacustre, è sostenuta infatti dal partito di Castiglione del Lago ma non di altre zone che invece puntano le carte sul capogruppo in consiglio regionale Tommaso Bori.

Liti Vecchi liti e faide che vedono contrapposti l’ex sindaco di Castiglione Sergio Batino e il nuovo Matteo Burico. Batino ha dato le dimissioni da segretario in aperta polemica mentre tutti gli altri hanno scelto la linea del silenzio. Dimissioni che non sono state accettate e non si capisce se verranno ritirate: la vice presidente del consiglio regionale Simona Meloni, anche lei del Trasimeno, ha preferito sfilarsi dalla bagarre e restare alla finestra. Appoggiando la candidatura di Bori ma senza formare cambiali in bianco. Previsioni? Bori, resta il candidato largamente favorito ma non mancano le insidie: per le candidature c’è tempo fino al 28 settembre. L’insediamento della nuova Assemblea regionale con proclamazione (solo nel caso il candidato abbia raggiunto il 50 per cento delle preferenze durante l’election day dei circoli) o elezione del nuovo segretario regionale del Pd dell’Umbria si terrà il 7 novembre.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo