CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Confcommercio Terni, sicurezza e gite scolastiche: obblighi, norme e modalità

Economia ed Imprese Terni

Confcommercio Terni, sicurezza e gite scolastiche: obblighi, norme e modalità

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Ormai è ora di tirare una riga e, possibilmente, anche di mettersi in riga anche per quanto riguarda il capitolo del turismo scolastico. Ovvero, le gite riservate agli studenti, soprattutto quelle che comportano viaggi di una certa distanza e con pernotto fuori casa.

Turismo scolastico L’argomento è tutt’altro che secondario. Anzi, fondamentale ed annoso. Ed è proprio sul tema del “viaggiare tranquilli, le regole per un perfettonturismo scolastico” che martedì mattina, presso i locali di Confcommercio Terni, si è tenuto un convegno-seminario organizzato dalla Fiavet-Confcommercio e dall’Ufficio scolastico regionale dell’Umbria, alla presenza di operatori del settore (agenzie di viaggio), scolastici (insegnanti) e di tecnici della materia.

I relatori  Dopo i saluti introduttivi di Stefano Lupi, presidente di Confcommercio Terni, sono entrati man mano nelle pieghe della questione Ivana Jelenic (presidente Fiavet Umbria), l’avvocato Federico Lucarelli dell’ufficio legale Fiavet, la dirigente della Polstrada Terni, Katia Grenga, e il docente del liceo classico ternano, Emiliano Giacchetta.

I temi La mattinata di seminario, infatti, ha passato in rassegna i vari, indispensabili aspetti normativi, tecnici, di sicurezza, di legalità che, in base alle norme vigenti e ai regolamenti di settore, ormai regolano – o dovrebbero regolare – il turismo scolastico. Negli interventi si è parlato del vademecum per viaggiare in sicurezza del ministero degli Interni, dei pacchetti turistici e Codice del consumo, delle varie forme di assicurazione che le agenzie viaggio devono mettere a disposizione, dei diversi aspetti relativi ai tempi e modi di pagamento dei servizi resi, nonché agli obblighi del trasporto. Insomma, delle firme contrattuali che legano, in vero e proprio servizio di appalto pubblico, le scuole e gli operatori qualificati del turismo.

Obblighi, sicurezza Per cercare di evitare spiacevoli o drammatici fatti, dunque, è ormai necessario stringere un rapporto e una collaborazione sempre più stretti e necessari tra gli istituti scolastici, le agenzie di viaggio con determinati requisiti e le istituzioni, per mettere a punto pacchetti di viaggio riservati alle gite scolastiche, in grado di garantire sicurezza, qualità, consumi adeguati, tutela, scongiurando una “partenza pur che sia e ad ogni costo”.

 

 

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere