CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Comune Terni, nuovo regolamento: gettoni di presenza “a condizione”

Terni Politica

Comune Terni, nuovo regolamento: gettoni di presenza “a condizione”

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – È stata dura (perché lo è stato), ma ce l’hanno fatta. Cambia, dopo un percorso non breve e non privo di ostacoli, il regolamento per il funzionamento del consiglio comunale la cui riforma è stata approvata senza alcun voto contrario nell’ultima seduta del consiglio comunale. E qualche novità interessante, obiettivamente, si registra.

Mascio Manica più stretta per i quattrini appannaggio dei singoli consiglieri, per esempio. Con una conferenza stampa appositamente convocata giovedì mattina, hanno spiegato le novità il presidente del consiglio comunale, Giuseppe Mascio, i vicepresidenti Brizi e Pennoni e il presidente della commissione ad hoc, Todini.  “Un punto d’arrivo importante – dice Mascio – che armonizza il regolamento consiliare con il Tuel, norma procedure insite nella prassi e – in generale – rende più snello il lavoro consiliare e fa sì che il consiglio sia ancor più capace di ascoltare le istanze della città”. Mascio, per questo, ha parlato anche di un “ottimo risultato politico” e ha ringraziato in particolare il presidente della commissione speciale Franco Todini per il lavoro svolto e per aver messo a disposizione le sue specifiche competenze tecniche.

Todini “Sono state sufficienti diciotto sedute – ha detto il presidente Franco Todini – per mettere a punto il nuovo regolamento, frutto dell’impegno di tutti i presidenti dei gruppi consiliari particolarmente significativo in un momento di grave crisi e di rapporti politici spesso inaspriti”.

Gettoni a condizione Nel dettaglio Todini ha spiegato alcuni punti importanti del nuovo regolamento, come quello relativo alle procedure per la convalida degli eletti, che è stato affrontato rimettendo la responsabilità in capo ai rappresentati politici e garantendo anche una forma di contradditorio. Importanti anche le nuove regole sui compensi per i consiglieri, legate formalmente alla durata della presenza in aula (almeno il 70% della durata delle sedute). Altra novità è l’abolizione del gettone per le sedute di question time. Todini si è poi soffermato sulla rimodulazione delle competenze delle commissioni, che assumeranno un ruolo più forte e importante.

Pennoni Anche il vicepresidente del consiglio Michele Pennoni ha espresso soddisfazione: “Il nuovo regolamento  è una tappa importante: uno sforzo di efficienza volto a migliorare i lavori consiliari a beneficio dei cittadini”.

Brizi Di un “regolamento più efficiente e di un buon risultato complessivo” ha parlato anche l’altro vicepresidente Federico Brizi che si è detto soddisfatto per il lavoro svolto dalla commissione speciale.

Mascio: abbiamo tutto il tempo Il lavoro della commissione speciale continuerà sullo statuto comunale. “C’è tutto il tempo – ha detto Giuseppe Mascio – per portarlo a termine nel migliore dei modi”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere