CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Comune Terni, lotta alla povertà e differenziata: Pd in azione

Terni Politica

Comune Terni, lotta alla povertà e differenziata: Pd in azione

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Il giorno dopo il cosiddetto “conclave” in cui la maggioranza consiliare e la giunta comunale si sono confrontati sul delicato passaggio dell’accesso al fondo di rotazione anti-dissesto, basato su incrementi fiscali per alcune categorie, lo stesso Pd locale intensifica lo sforzo per veicolare i risultati ottenuti e quelli da ottenere.

Poveri Ecco che, allora, il neo-capogruppo democratico a palazzo Spada, Filipponi, spinge sulle urgenze sociali: “Alla luce dei dati sulle nuove povertà, e stanti le ulteriori necessità derivanti dai nuovi bisogni sociali, in particolar modo relativamente alla fornitura di pasti presso la mensa Caritas e al bisogno di supporto delle fasce più fragili della cittadinanza, considerando anche gli atti di indirizzo approvati sul tema in consiglio comunale e le positive strategie messe in campo dalla Giunta comunale e dalla Direzione welfare, il gruppo consigliare del Partito Democratico, ritiene necessario proseguire e rafforzare tutte le azioni messe in campo. Inoltre, a nostro avviso, stante la presenza di centri sociali anziani nel territorio del Comune di Terni con apposite strutture, ubicati nei locali comunali, e rilevata anche la disponibilità di Ancescao, più volte manifestata, sarebbe auspicabile un coinvolgimento anche di queste realtà in collaborazione con la Caritas, con le altre associazioni di settore, e con la Fondazione Carit che ha messo a disposizione delle risorse per il contrasto delle nuove povertà.”

Raccolta differenziata Il gruppo consiliare Pd, invece, sottolinea i recenti, positivi risultati sul fronte della raccolta differenziata che consentono conseguenti risparmi da gestire in fase di attenuazione del carico tariffario:  “Finalmente, abbiamo iniziato a ricevere i frutti della raccolta differenziata porta a porta su tutto il territorio del Comune di Terni, anche in termini economici. I benefici dell’impegno dei cittadini e delle imprese potranno così giustamente ricadere sulle bollette dei cittadini già dal 2018, suddivisi secondo i criteri previsti e in base alla applicazione della tariffa puntuale. Il gruppo consigliare del Partito Democratico non può che essere soddisfatto di questi risultati che evidenziano le buone pratiche recepite da imprese e cittadini, ai quali va il merito di seguire con correttezza e costanza le modalità di conferimento dei rifiuti. Gradualmente, più i cittadini saranno costanti nella raccolta differenziata, maggiori saranno i benefici economici. Tra i vantaggi del porta a porta, stante la possibilità di ulteriore miglioramento del servizio, va considerato anche l’obiettivo primario della salvaguardia ambientale: maggiore è il riciclo, minori i rifiuti residuali da smaltire.”

 

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere