CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Comune Terni, il voto sul predissesto anticipato a fine dicembre

Terni Politica

Comune Terni, il voto sul predissesto anticipato a fine dicembre

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – La giunta comunale e gli uffici tecnici comunali stanno limando i particolari e i dettagli contabili del cosiddetto piano di riequilibrio pluriennale del Comune di Terni, ovvero il piano con cui si certifica di fatto la condizione di predissesto finanziario dell’Ente, senza però ricorrere al fondo di rotazione dello Stato.

Anticipo a fine anno Solo che, rispetto al percorso individuato nelle scorse settimane, una recentissima interpretazione della normativa in materia, suggerirebbe a palazzo Spada di far approvare il piano di riequilibrio in consiglio comunale entro il 31 dicembre 2016. Di conseguenza, la giunta dovrebbe chiudere il documento in questione entro il 20 dicembre, per poi consegnarlo al vaglio della competente commissione e dunque sottoporlo al consiglio comunale nelle sedute già fissate per il 28 e 29 dicembre. Tutto sul filo, insomma.

Fibrillazioni in maggioranza Per fine anno, dunque, l’amministrazione dovrà contare sulla sostanziale compattezza della maggioranza, altrimenti sono guai seri. Per essere presente in quelle date, infatti, un consigliere del Pd ha dovuto addirittura anticipare il viaggio di nozze. Appare, del resto, piuttosto scontato che almeno un paio di consiglieri di maggioranza potranno non votare il piano di predissesto. Piano che, a quanto pare, vedrebbe confermato il rientro di circa 12-15 milioni di euro di debiti fuori bilancio in 10 anni, grazie anche alla messa sul mercato dell’intera azienda farmaceutica (questione di per sè già complicata, sotto vari aspetti), alla collocazione in pensionamento di diversi dipendenti e a una serie di risparmi sulla spesa corrente. In ogni modo, l’appuntamento del 28 e 29 dicembre si preannuncia piuttosto ‘bollente’. Tanto per cambiare.

 

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere