CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Comune di Terni, dopo rinunce e incompatibilità ecco i 3 nuovi revisori dei conti

Politica

Comune di Terni, dopo rinunce e incompatibilità ecco i 3 nuovi revisori dei conti

Andrea Giuli
Condividi

Palazzo Spada, sede del Comune

TERNI – Sembra una riedizione della catena della celeberrima canzone di Branduardi, ‘Alla fiera dell’est’, o una esposizione di matrioske. Sta di fatto che, non senza fatica e piccoli colpi di scena, finalmente il Comune di Terni e in grado di presentare i nuovi tre revisori dei conti, la cui triade precedente era già scaduta da un pò di tempo. I nuovi sono: Fabio Castellani (presidente), Carlo Berretti e Lidia Beatrice Nadia Anastasi.

I tre hanno accettato e a palazzo Spada a hanno tirato un sospiro e di sollievo. Eh sì, perché solo qualche settimana fa due dei tre nuovi revisori contabili erano diversi. Ma cosa è successo? Con ordine, dunque. L’8 giugno scorso in prefettura si è proceduto all’estrazione informatica, così come vuole la legge, dei nominativi. I più votati e, perciò, papabili sono risultati Carlo Berretti, Mario Mideja e Carlo Ulise Rossi. Professionisti noti e di chiara fama. Peccato che, nel volgere di qualche ora, è venuto fuori qualche problemino, subito individuato e risolto: il “decano” Mideja ha subito rinunciato per aver già svolto due volte l’incarico. Si è quindi proceduto a nominare la prima riserva estratte, Mirella Fierli che ha accettato. Nel frattempo, però, il Comune ha chiesto alla prefettura e, successivamente,mal segretario generale comunale di verificare possibili incompatibilità di Carlo Ulisse Rossi. E ambedue gli organismi preposti hanno risposto affermativamente, nel senso della sussistenza dell’incompatibilità del dottor Rossi che ha dovuto declinare. E siamo così al 9 settembre scorso. Si è proceduto quindi il 21 settembre. A scorrere la graduatoria e a nominare la dottoressa Anastasi che ha accettato. Purtroppo, il 22 settembre, la precedentemente nominata Mirella Fierli ha dovuto rinunciare per “sopravvenute ragioni personali” è così, nello stesso giorno, si è proceduto all’estrazione della terza riserva, Fabio Castellani, che è stato nominato e che ha più accettato. Fine della fiera.

I tre nomi così procellosamente composti saranno la prossima settimana proposti al consiglio comunale per il mandato 2016-2019. Per la loro prestazione in questo triennio la spesa complessiva prevista è di 18 mila euro per il 2016, 45.408 per il 2017, 45.408 per il 2018 e 27.408 per il 2019. In queste cifre sarebbe compreso anche il rimborso spese, visto che i tre nuovi revisori sono tutti e tre provenienti dal Perugino.

 

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere