CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Comune Amelia, asilo nido e personale: l’assessore Sensini precisa e attacca il Pd

Politica Narni Orvieto Amelia

Comune Amelia, asilo nido e personale: l’assessore Sensini precisa e attacca il Pd

Andrea Giuli
Condividi

AMELIA – Esce allo scoperto e non usa giri di parole, la neo-assessore al Bilancio e alle Politiche sociali del Comune di Amelia, Antonella Sensini, per replicare, numeri alla mano, ad una serie di dure critiche politiche.

Stiamo subendo attacchi incrociati. Ma non molliamo – scrive la Sensini -. A corrente alternata spuntano le invettive del Partito Democratico sulla chiusura dell’asilo nido pubblico. La prima a non volerlo riaprire è stata proprio la giunta Maraga, vista la mancata copertura dei fondi nell’assestamento di bilancio del novembre 2015 per l’anno 2016. Salvo poi, a ridosso delle elezioni, inserire 50mila euro nel bilancio preventivo a copertura di spese già sostenute. I problemi di cassa si sono poi aggravati quando è emersa la situazione incresciosa dei servizi a domanda individuale quali mense scolastiche e scuolabus che per anni non sono stati pagati regolarmente. Altra tegola sulla vicenda dell’asilo nido comunale sono i probelmi strutturali. Fra questi, le rotture all’impianto di riscaldamento la cui riparazione prevede interventi anche nei pavimenti e la cucina che non rispetta alcune norme sanitarie specifiche. Inoltre, il personale è sottodimensionato in relazione alle esigenze di funzionamento. Tutte questioni che hanno compromesso l’apertura. Abbiamo introdotto i vouchers – afferma l’assessora – per integrare la differenza delle rette scolastiche pagate dalle famiglie richiedenti, proprio perché riconosciamo il diritto dei bambini ad accedere al nido indipendentemente dal reddito dei genitori. Ma il PD non ci sta e, attraverso dei manifesti, addossa pubblicamente la responsabilità della chiusura dell’asilo alla giunta Pernazza. Prima di aprire un edificio pubblico dobbiamo garantire ai nostri cittadini, soprattutto ai più piccoli, la salubrità e la sicurezza degli ambienti e assicurarne la sostenibilità economica. La nostra è stata una scelta obbligata, causata da una passata gestione fuori controllo”.

Altro tema scottante che sta movimentando le acque del Comune amerino sono alcune polemiche sorte dopo il reintegro, in forma di collaborazione gratuita, di una ex dipendente dell’ufficio tributi, che dopo essere andata in pensione, si è offerta volontaria per sbrogliare alcune pratiche accumulate. “Nadia è una risorsa per il nostro ufficio –afferma l’assessore Sensini – perché si è offerta di collaborare gratuitamente. Questo sta animando voci e pettegolezzi in alcuni dipendenti comunali, forse meno avvezzi a lavorare per il bene comune. Piuttosto, mi sento di difendere e ringraziare tutto il personale, in attività o in pensione, che gettano il cuore oltre gli ostacoli rappresentati da una difficoltà economica oggettiva e da una penuria delle risorse umane”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere