CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Città di Castello, un fine settimana all’insegna del ‘Castello Street Festival’

Cultura e Spettacolo Extra

Città di Castello, un fine settimana all’insegna del ‘Castello Street Festival’

Redazione cultura
Condividi

Artista di strada nel corso di una esibizione

di Marcella Cecconi

CITTA’ DI CASTELLO – Sabato 30 e domenica 31 luglio, a partire dalle ore 17, le vie di Città di Castello vedranno come protagonista la prima edizione del Castello Street Festival.
L’evento ospiterà le esibizioni di artisti di strada provenienti da tutta Italia che trasformeranno la cittadina tifernate in un palcoscenico a cielo aperto, animandola con giochi di fuoco, trampoli, danza aerea, giocoleria e, ovviamente, performance teatrali. Gli attori si aggireranno nella zona di rione Prato, viale Nazario Sauro e Viale Leopoldo Franchetti, regalando laboratori creativi e spettacoli per adulti e bambini, tutti completamente gratuiti. L’obiettivo dichiarato degli organizzatori è quello di fare di questo Festival un appuntamento annuale e un momento di incontro fra la città, l’Arte e la Cultura, un luogo ideale e privilegiato in cui il pubblico di tutte le età possa scoprire e riscoprire le bellezze del centro storico.
Il teatro di strada ha una storia antichissima che fonda le sue radici nell’antico Egitto e nella società greco-romana, periodi in cui i palcoscenici erano costituiti da spazi all’aperto quali piazze, mercati, fiere, sagrati dei templi o luoghi naturali. A quel tempo il rapporto fra l’attore e la gente era molto forte, determinato da una vicinanza fisica che si rifletteva nella performance medesima e che generava uno scambio continuo di suggestioni. Tale tradizione si trasferì nel Medioevo, allorquando si definì la figura del jongleur, ovvero una sorta di istrione, perlopiù vagabondo, che viaggiava da villaggio a villaggio intrattenendo il pubblico con giochi, scherzi, prestidigitazioni e mimi a carattere comico e buffonesco. Successivamente il teatro venne “rinchiuso” in uno spazio dedicato (l’edificio teatrale), perdendo apparentemente la sua vocazione itinerante. Bisogna aspettare gli anni ’70 e ’80 del Novecento per assistere alla rinascita del teatro di strada. Il fermento culturale di quel tempo produsse l’esigenza di riportare lo spettacolo nelle vie e ricostruire un rapporto comunicativo più intenso fra attori e spettatori. Da allora gli spettacoli di piazza hanno assunto un ruolo sempre più rilevante, creando una simbiosi perfetta fra performer, pubblico e spazio urbano.
La prima edizione del Festival di Città di Castello è promossa dalla Società Rionale il Prato e da Accademia Creativa, la compagnia teatrale che ne cura l’aspetto artistico sotto la direzione di Luca Sargenti. Per informazioni: Accademia Creativa 393 2197789

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere