CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Città di Castello, tentativo di furto in un bar: quarantenne finisce in manette

Cronaca e Attualità Alta Umbria

Città di Castello, tentativo di furto in un bar: quarantenne finisce in manette

Redazione
Condividi
Una Volante dela Polizia
Una Volante dela Polizia

CITTÀ DI CASTELLO – Un furto ben architettato, in piena regola, compiuto nella notte fra venerdì e sabato, all’interno di un bar in via San Florido a Città di Castello. Un passante, attorno alle 3.20, si è accorto di strani rumori all’interno del bar e ha avvertito la proprietaria e la Polizia. I quali arrivati sul posto hanno fermato un quarantenne italiano, già noto alle forze dell’ordine, mentre stava uscendo dall’ingresso secondario che aveva forzato. L’uomo aveva un complice, già fuggito col bottino.

La dinamica. I due non essendo riusciti ad entrare dalla finestra del bagno, avevano aperto la porta secondaria tagliando il lucchetto con delle cesoie. Avevano già preso tutte le sigarette custodite nel bar e il fondo cassa. Stavano tentando di aprire le slot machine quando hanno capito di essere stati scoperti. Dunque si sono velocemente dati dalla fuga. I due, inoltre, erano arrivati al rione Prato a bordo di un’auto, una Fiat Panda, senza targa, poi risultata rubata ad un concessionario.

Perquisizione Durante la perquisizione, all’interno della vettura sono stati trovati numerosi pacchetti di sigarette, il cassetto di un registratore di cassa con monete all’interno e vari attrezzi da scasso. L’intero bottino è stato recuperato dagli agenti che hanno accompagnato il ladro al commissariato per l’arresto. Processato per direttissima, è stato convalidato l’arresto e condannato a 8 mesi di reclusione, 200 euro di multa e sono stati disposti gli arresti domiciliari.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere