CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Città di Castello, si spacciavano come sordomuti per chiedere soldi ai passanti per bambini disabili

Alta Umbria

Città di Castello, si spacciavano come sordomuti per chiedere soldi ai passanti per bambini disabili

Redazione
Condividi
Il falso certificato esibito
Il falso certificato esibito

CITTA’ DI CASTELLO – Si fingevano sordomuti, mostrando un cartello scritto in italiano e in inglese per chiedere donazioni dai passanti, solo che la onlus impegnata per aiutare bambini disabili era totalmente inesistente. I carabinieri di Città di Castello hanno denunciato due pluripregiudicati di nazionalità rumena con l’accusa di tentata truffa. Sono un uomo di 30 anni e una donna di 29, entrambi senza fissa dimora, allontanati da vari comuni della Toscana e dell’Umbria per sver messo in atto azioni simili.

Propositi Stavolta avevano individuato nel centro commerciale “Castello” il luogo ideale per portare a termine i loro propositi. Durante il controllo sul 30enne, i carabinieri hanno inoltre individuato, parcheggiata poco distante, l’auto con targa rumena al cui interno c’era la connazionale, anche lei in possesso di un identico cartello e di una consistente somma di danaro contante verosimilmente provento delle raccolte portate a segno nella zona. Portati in caserma, i militari hanno sequestrato sia i cartelli che i soldi e, oltre alla denuncia, è scattato anche il divieto di ritorno nel Comune di Città di Castello.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere