CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Città di Castello, l’affondo di Lignani: “Prime crepe nella maggioranza Bacchetta”

Alta Umbria Politica

Città di Castello, l’affondo di Lignani: “Prime crepe nella maggioranza Bacchetta”

Redazione
Condividi

Città di Castello, una seduta del consiglio comunale

CITTA’ DI CASTELLO – Qualche scricchiolio all’interno della coalizione di centrosinistra? Sembra di sì. In particolare, l’anima irrequieta della coalizione è quella della Sinistra per Castello, con l’approdo del consigliere Giovanni Procelli (invocato a gran voce dalla lista civica come assessore, ma scartato per motivi di quote rosa) al gruppo misto.

Nessun commento ufficiale dai partiti di maggioranza, ma a infilare il coltello nella piaga è il consigliere comunale di opposizione Andrea Lignani Marchesani (Fratelli d’Italia) che affonda: “E’ innegabile che una componente che ha sostenuto il sindaco Bacchetta nelle scorse elezioni amministrative non ha più una rappresentanza consiliare. Con l’approdo del consigliere Procelli al Gruppo misto la tradizione e la forza elettorale dei movimenti di sinistra riconosciutisi nel programma elettorale di Luciano Bacchetta non è più presente  all’interno del consiglio comunale. Si apre un problema di rappresentatività democratica e la prima a dover fornire risposte è l’assessore Monica Bartolini. Resta in Giunta comunale a rappresentare dei movimenti o solo un consigliere che oggi, nel rispetto del dettato costituzionale che vieta il mandato operativo, rappresenta solo se stesso? In sostanza – prosegue l’esponente di minoranza – se il consigliere Procelli è libero di fare le scelte che ritiene più opportune per il suo percorso politico e per la sua coscienza è assai discutibile ed anzi antidemocratico che un singolo, il cui voto non è nemmeno decisivo per la tenuta della maggioranza, esprima un assessore e sia anche presidente di commissione. Se la scelta sull’assessore alla fine compete al sindaco e ai rapporti che egli intende tenere con una componente politica della sua maggioranza, da consigliere chiedo che il collega Procelli rimetta immediatamente a disposizione del consiglio comunale la Presidenza della terza commissione consiliare. In ogni caso – conclude Lignani Marchesani – è di tutta evidenza che si è aperta una prima crepa all’interno della maggioranza di centrosinistra”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere